Venerdì, 18 Giugno 2021
lo sfogo

'Chi l'ha visto?', Piera Maggio: "L'ispezione a casa di Anna Corona dopo 17 anni, noi rivoltati come un calzino"

Gli inquirenti non hanno trovato tracce di Denise Pipitone nell'appartamento dell'ex moglie del papà, che non è stato messo sotto sequestro. Le parole della mamma in collegamento da Mazara del Vallo: "Lo abbiamo appreso dalla stampa"

Piera Maggio a 'Chi l'ha visto?'

I continui appelli lanciati da settimane a 'Chi l'ha visto?' - che è tornato ad occuparsi del caso Pipitone - evidentemente sono serviti. Una segnalazione, non anonima, ha fatto scattare ieri l'ispezione nella casa appartenuta ad Anna Corona, ex moglie del papà di Denise e mamma di Jessica Pulizzi, assolta dall'accusa di aver rapito la bambina perché gelosa. Sono stati eseguiti controlli in una botola che si trova nel garage e nell'appartamento in cui, secondo la fonte, erano stati fatti dei "lavori di ristrutturazione sospetti". I carabinieri della scientifica non hanno però trovato nessuna traccia riconducibile alla scomparsa di Denise Pipitone. 

Un'ispezione che 17 anni fa era stata fatta nella casa sbagliata, quella al piano di sotto. Un altro errore clamoroso denunciato da Piera Maggio, ieri sera in collegamento con il programma di Rai 3 dalla piazza di Mazara del Vallo, dove erano presenti anche il sindaco Salvatore Quinci e il Vescovo, insieme a circa 500 concittadini riuniti per una fiaccolata: "Nei primi momenti e anche successivamente, è stato fatto di tutto e di più a noi - ha ricordato - Noi come famiglia di Denise siamo stati rivoltati come un calzino. Ci hanno aperto i cassetti e gli armadi. Ora invece vengo a conoscenza che dall'altra parte c'è stato un rispetto che non doveva esserci, perché bisognava verificare in ugual modo tutti quanti. Quella casa non è mai stata visitata come oggi, ci sono arrivati dopo 17 anni". 

'Chi l'ha visto?', Piera Maggio sbotta: "Tanti depistaggi, sta venendo fuori lo schifo"

Piera Maggio ha appreso della decisione degli inquirenti di tornare nella vecchia casa di Anna Corona nel primo pomeriggio, dalla stampa: "Ci è arrivata questa macabra notizia, ero basita. Ho subito chiamato l'avvocato e abbiamo scoperto che c'erano dei lavori nella casa in cui abitava Anna Corona. Mi ha devastato sapere che si cercava un corpo - ha spiegato - Mi aspettavo un po' di delicatezza nei miei confronti, avrei preferito sapere di cosa si trattasse, anche tramite il mio avvocato. Questa giornata doveva essere dedicata a questo raduno di piazza, quello che è accaduto non è stato molto carino dal mio punto di vista". 

L'ex pm Maria Angioni: "La bambina è passata di mano, non a casa degli indiziati"

Ospite della puntata di ieri sera anche Maria Angioni, pm che si occupò del caso. "La bambina è passata di mano, non a casa degli indiziati" ha dichiarato, ricostruendo personalmente i fatti. Poi ha aggiunto: "Sì, è stato fatto un errore ma non credo sia stato un errore decisivo. Mica erano scemi che eventualmente si portavano a casa la bambina. La bambina è stata fatta girare - ha proseguito - Prima Anna Corona abitava al piano terra. Il maresciallo Di Girolamo, che io stimo, era rimasto fermo al momento in cui quella era veramente casa della Corona. Certo la Corona glielo doveva dire che non era casa sua, questo sì che è un indizio. Perché non gliel'ha detto?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Chi l'ha visto?', Piera Maggio: "L'ispezione a casa di Anna Corona dopo 17 anni, noi rivoltati come un calzino"

Today è in caricamento