rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Tv

Chiamatemi Tony King, stasera in tv. La storia vera del trapper napoletano

Oggi alle 21.20 su Real Time vanno in onda le tre puntate del documentario dedicato a un artista che, partendo da una difficile realtà, è diventato icona dell'orgoglio transgender

In onda oggi alle 21.20 su Real Time, “Chiamatemi Tony King:” è una docufiction in tre puntate che racconta la storia di Tony King. Nato con il nome di Noemi Nicolella, ha poi affrontato un percorso di transizione che l’ha portato ad essere Antonio (in arte Tony King), simbolo dell’orgoglio transgender. Scopriamo la sua vera storia.

La vera storia di Tony King, protagonista del documentario di Real Time

Tony King è nato a Napoli circa 22 anni fa con il nome di Naomi Nicolella. Trascorre la sua infanzia nel Rione Sanità, luogo che ha dato i natali a Totò, ma anche centro di cronache inerenti a disagi sociali e storie di camorra. Fin dall'infanzia Naomi non si riconosce nel suo nome e nei panni femminili. La sua famiglia, come non sempre capita, lo sostiene e lo ama indipendentemente dalle scelte intraprese. Il padre, la madre e il fratello restano dei supporti insostituibili. Anche la musica è per lui una scoperta di vecchia data: per otto suona il violino nell'orchestra Sanitansamble. Giunto a 17 anni, decide di voler cambiare sesso e poco dopo comincia il suo percorso di transizione. La docufiction 'Mi chiamo Tony King' viene realizzata durante la fase finale di questo cammino. Qui vediamo molte delle persone che, nel tempo, sono state vicine a Tony: la famiglia, ma anche Davide, amico e manager, e gli amici Salvio, Tony, Rita, Vincenzo, Fabio, Simona ed altri. Ma non tutto per Tony è sempre stato rose e fiori: insulti, bullismo e chat su Whatsapp dedite esclusivamente a prenderlo di mira e insultarlo. Le sue prime relazioni sono state vissute lontane da occhi indiscreti: le famiglie delle fidanzate sono state a lui ostili. Anche nella docufiction, diretta da Giuseppe Carrieri, fa più volte riferimento all’amata Cloe: una fidanzata che non vediamo però mai in video, proprio perché figlia di una famiglia che ostacola il suo amore per il trapper. Tony ha trovato nella musica trap la sua massima libertà d’espressione, un diario e una valvola di sfogo, ma anche un modo per raccontare storie, non necessariamente personali. Coadiuvato da Massimo, indispensabile produttore discografico, nel corso della sua ancora breve ma intensa carriera ha sfornato delle canzoni come “Macarena”, “L’ammore è ammore” e “Tu tornerai da me”.

Dove vedere Chiamatemi Tony King (venerdì 1° luglio)

Le tre puntate del documentario Chiamatemi Tony King vanno in onda questa sera, 1° luglio, su Real Time (canale 31) alle 21.20 e in live streaming sul sito del canale. Gli episodi sono anche disponibili in streaming su Discovery+, per gli abbonati al servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiamatemi Tony King, stasera in tv. La storia vera del trapper napoletano

Today è in caricamento