Mercoledì, 21 Aprile 2021

Carlo Conti ricorda Fabrizio Frizzi: “Non è passato giorno in cui non mi sia venuto in mente”

"Inizio con il magone", ha esordito il conduttore ospite del Maurizio Costanzo Show prima di lasciarsi andare al ricordo dell'amico e collega scomparso un anno fa

(Carlo Conti ricorda Fabrizio Frizzi al Maurizio Costanzo Show)

Carlo Conti, Gerry Scotti e Paolo Bonolis, i “tre tenori” della televisione italiana showman di punta di Rai e Mediaset, sono stati intervistati da Maurizio Costanzo con la partecipazione eccezionale di Enrico Mentana nella puntata dello Show in onda giovedì 11 aprile che ha ricordato quella trasmessa anni fa con Raimondo Vianello, Mike Bongiorno e Corrado. Nella celebrazione delle loro carriere, inevitabile è stato il ricordo del collega amatissimo Fabrizio Frizzi, per il legame prima di tutto umano e poi professionale che ha unito tutti i presenti al conduttore scomparso un anno fa.

Carlo Conti inaugura gli studi 'Frizzi' con Tale e Quale Show: il ricordo commovente 

Il ricordo di Fabrizio Frizzi al Maurizio Costanzo Show

“Il titolo è ‘I tre tenori"’, però mi sembra giusto dire davanti a questo pubblico che se il titolo fosse stato ‘I quattro moschettieri’, qui ci doveva essere anche Fabrizio Frizzi”, ha esordito Gerry Scotti applaudito da tutti i presenti. E’ stato allora che Costanzo ha chiesto a Carlo Conti di parlare dell’amico: “Inizio già col magone. Fabrizio sarà sempre qui con noi. Ha lasciato questo suo grande sorriso, questa sua grande forza. Ha lasciato un segno indelebile nella televisione italiana”. “Credo non sia passato giorno in cui non mi sia venuto in mente Fabrizio”, ha aggiunto Conti condividendo un ricordo professionale: “Per mille motivi. Perché abbiamo condiviso una trasmissione nel finale e soprattutto per questo fatto di essere diventati genitori in età un po' ‘adulta’, diciamo. Condividevamo la crescita di Matteo e Stella”.

Conti: "Con la morte di Frizzi ho aperto gli occhi, voglio lavorare meno" 

Carlo Conti: “La figlia di Fabrizio mi chiama BabboCarlo”

“Mi chiama BabboCarlo tutto attaccato, come mi chiamava Fabrizio”, ha poi aggiunto Conti a proposito di Stella, la figlia di Fabrizio Frizzi e Carlotta Mantovan, rimarcando così il profondo legame affettivo che lo lega alla famiglia dell’amico.

Infine, il rimando a una delle pagine più difficili della sua carriera professionale, il giorno in cui è tornato a condurre L’Eredità dopo la morte di Frizzi. “Professionalmente un momento difficile è stato quando sono tornato all’Eredità dopo la scomparsa di Frizzi”, le parole di Conti: “La puntata più difficile. Volevo essere in qualunque altro posto tranne che lì. Mi sembra di aver detto proprio queste parole, poi ho chiuso e sono andato avanti di professione”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlo Conti ricorda Fabrizio Frizzi: “Non è passato giorno in cui non mi sia venuto in mente”

Today è in caricamento