Martedì, 11 Maggio 2021
#dantedì

Il Dantedì in tv, la speciale programmazione della Rai per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri

L’omaggio al Sommo Poeta su tutte le reti Rai trova il suo culmine su Rai1 con la diretta dal Salone dei Corazzieri al Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Tra gli eventi, anche la lettura di un canto della Divina Commedia di Roberto Benigni

Roberto Benigni

Oggi, 25 marzo 2021, è il Dantedì, Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri che, istituita nel 2020 dal Consiglio dei ministri su proposta del Ministro Dario Franceschini, trova la massima celebrazione nell'anno in cui si festeggiano i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, autore della Divina Commedia. Per l’occasione la Rai dedica a Dante Alighieri un palinsesto speciale che passa in tutte le reti con approfondimenti, documentari, pagine teatrali e musicali.

Dantedì, su Rai1 la diretta dal Quirinale con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Il culmine dell’omaggio a Dante Alighieri è su Rai1, alle 19.15, con la diretta dal Salone dei Corazzieri al Quirinale della Celebrazione dell’Anno Dantesco: alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del Ministro della Cultura, Dario Franceschini, Roberto Benigni leggerà un Canto della Divina Commedia. E lo stesso Benigni sarà protagonista, in prima serata su Rai3, con “Il Quinto dell’Inferno”, la riproposizione della sua memorabile interpretazione, introdotta da Corrado Augias. A seguire “L’Italia di Dante”, una discussione in studio tra Corrado Augias e Aldo Cazzullo, intervistati da Giorgio Zanchini, per raccontare non solo il Quinto dell’Inferno, ma la grande rivoluzione di Dante: aver intuito che elevare il volgare a lingua letteraria voleva dire mettere in gioco uno strumento in grado di unificare un Paese.

Dantedì, i programmi dedicati a Dante su Rai 1, Rai 2 e Rai 3

Su Rai1 il 25 marzo si apre nel segno di Dante: dopo uno spazio di approfondimento a “Uno Mattina”, anche “Oggi è un altro giorno”, alle 14, si occuperà della ricorrenza. Alle 19.15 l’evento clou del Dantedì con la diretta dal Salone dei Corazzieri al Quirinale su Rai1. Prevista, inoltre, la presenza del gruppo di musica antica Al Qantarah. L’omaggio al Sommo Poeta si chiude in terza serata con il documentario “Dante e il potere” con una lezione del professor Alessandro Barbero in un luogo assolutamente eccezionale: il Complesso monumentale di Santa Croce, a Firenze, a fianco della basilica che Dante vide nascere dalle prime fondamenta nel 1294, a un passo dalla sua statua e nel luogo dove il cenotafio ne attende le spoglie da collocare accanto a quelle di Michelangelo, Machiavelli e Galileo. Qui il professor Barbero darà vita a una lezione sul rapporto tra Dante e il potere, con una particolare attenzione alla grande passione del poeta per la politica.

Su Rai2, il 700° anniversario della morte di Dante sarà ricordato con spazi dedicati in “I Fatti Vostri”, alle 11.10; “Detto Fatto”, alle 15.15; e “Anni 20”, in prima serata. L’omaggio al Sommo Poeta su Rai3 comincia con “Quante storie” (alle 12.45): sarà ospite monsignor Gianfranco Ravasi, autore de “Il grande libro del Creato - Bibbia ed ecologia” e Giorgio Zanchini ricorderà il Poeta e dalla postazione web di Emilia Zazza si daranno notizie dell’iniziative dedicate alla ricorrenza. Si prosegue con “Dante e la Commedia”.

A “Passato e Presente”, poi, il programma di Rai Cultura in onda alle 13.15 e in replica alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli ospita il professor Giuseppe Ledda, docente di letteratura italiana all’Università di Bologna, membro del comitato scientifico della Società Dantesca Italiana e del Gruppo Dante dell’Associazione degli Italianisti, e autore di numerosi saggi su Dante e sulla Commedia. Il racconto della puntata, scandito dalla lettura di brani delle opere di Dante, seguirà il percorso della creazione della Commedia, legando la composizione dei canti agli episodi più significativi della vita del poeta.

Interamente dedicata a Dante anche l’appuntamento con “#Maestri”, alle 15.20 e in replica alle 17.30 su Rai Storia, in compagnia di Edoardo Camurri che incontra il professor Carlo Ossola, presidente del comitato dantesco, e il professor Luca Serianni per tratteggiare un ritratto del poeta e della Divina Commedia.

‘Il Quinto dell’Inferno’ con Roberto Benigni

In prima serata Rai3 ripropone “Il Quinto dell’Inferno” con Roberto Benigni: introdotta da Corrado Augias, è la memorabile interpretazione del quinto canto dell’inferno ad opera del grande attore toscano che propone uno dei canti più famosi dell’opera con uno dei momenti più commoventi del viaggio dantesco, quello in cui il Vate incontra Paolo Malatesta e Francesca da Rimini. A seguire “L’Italia di Dante”, una discussione in studio tra Corrado Augias e Aldo Cazzullo, intervistati da Giorgio Zanchini, per raccontare non solo il Quinto dell’Inferno, ma la grande rivoluzione di Dante: aver intuito che elevare il volgare a lingua letteraria voleva dire mettere in gioco uno strumento in grado di unificare un Paese.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Dantedì in tv, la speciale programmazione della Rai per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri

Today è in caricamento