rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Lutto nella politica e nel giornalismo

David Sassoli, la sua vita tra giornalismo e politica

Sassoli ha dedicato la sua vita alle sue due grandi passioni e lo ha fatto riuscendo ad arrivare ai loro vertici

Il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli è morto a 65 anni. Dal 26 dicembre si trovava in ospedale a causa di una "grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario", lo aveva comunicato il suo portavoce Roberto Cuillo.

Volto noto del giornalismo italiano era stato anche il vicedirettore del Tg1.

Chi era David Sassoli

Sassoli era nato a Firenze il 30 maggio 1956, il padre, Domenico, era giornalista e così poco dopo la sua nascita la famiglia si trasferì a Roma. Frequenta l'Università La Sapienza di Roma, indirizzo scienze politiche, ma non finisce gli studi, preferì dedicarsi alla carriera giornalistica. Prima ha lavorato per Il Tempo, poi all'agenzia stampa Asca, nella redazione di Roma de Il Giorno e poi nel 1992 fu assunto alla Rai. Inizia così la sua scalata verso il successo. In Rai divenne uno dei volti più conosciuti al grande pubblico prima come conduttore del Tg1 dell'edizione delle 13:30 e poi di quella delle 20:00, nel 2007 è diventato vicedirettore del telegiornale e dei settimanali di approfondimento  TG1 e TV7.

David Sassoli era sposato con Alessandra Vittorini, con la quale ha avuto due figli Livia e Giulio. Nel 2009 era entrato in politica come europarlamentare del Partito democratico. 

Il giornalismo e la politica, soprattutto europea, sono state le sue più grandi passioni, a cui si è dedicato anima e cuore. Dopo i successi come giornalista sono arrivati anche quelli come politico: il 3 luglio 2019 è stato eletto Presidente del Parlamento europeo, nel 2014 era stato vicepresidente. L'anno prima, nel 2013, aveva provato ad affacciarsi alla politica nazionale candidandosi come sindaco di Roma: arrivò secondo, dopo Ignazio Marino.

Ieri, sul suo account Twitter, aveva commentato la prematura morte di Silvia Tortora: "Una vita spesa per il garantismo, per la memoria del padre Enzo vittima di malagiustizia, per un Paese più maturo e più civile".

Emblematica la sua descrizione sui social: "Presidente del Parlamento europeo. E sempre, ancor di più, uno di voi".

David Sassoli, la malattia e la morte

David Sassoli negli scorsi mesi aveva già dovuto annullare gli impegni istituzionali, da settembre a inizio novembre 2021, per una "brutta" polmonite dovuta al batterio della legionella, come lui stesso aveva comunicato in un video pubblicato su Twitter dopo la guarigione. La malattia che gli aveva impedito di presiedere la seduta plenaria nella quale la presidente della Commissione von der Leyen aveva pronunciato il discorso sullo stato dell'Unione.

È morto il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli: aveva 65 anni

Un mese fa Sassoli aveva detto che non si sarebbe ricandidato alla guida dell'Europarlamento. Giovedì prossimo era prevista l'elezione del suo successore, per la seconda metà della legislatura.

All'1:15 è deceduto nel Centro di Riferimento Oncologico di Aviano (PN).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

David Sassoli, la sua vita tra giornalismo e politica

Today è in caricamento