Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Tv

Rai, il contratto di Fabio Fazio sotto indagine della Corte dei Conti

La notizia è riportata da ‘Repubblica’. Nel mirino dell’anticorruzione il compenso del conduttore e il rapporto tra costi e ricavi. L’istruttoria si è chiusa con la “denuncia” di Cantone che ha già girato tutto alla Corte dei Conti.

L'Autorità anticorruzione guidata da Raffaele Cantone ha bocciato l'accordo tra Fabio Fazio e la Rai e sottoposto il contratto alla Corte dei Conti affinché valuti quanto emerso nel corso dell'istruttoria.

Come riportato da Repubblica, l’Anac ha riscontrato nel contratto del conduttore di ‘Che tempo che fa’elementi di criticità” e “perplessità sulla giustezza dei costi/ricavi preventivati”, decidendo pertanto di sottoporre all’esame dei giudici della Corte dei Conti il caso dello stipendio percepito.

La decisione è arrivata al termine di un’istruttoria lunga e complessa riguardo al compenso, alla durata dell’accordo tra il volto di Rai Uno e ai rapporti con la società di produzione dello stesso Fazio che è anche autore del programma.

Il Codacons: “Se accertati gli illeciti, partiranno azioni di recupero contro Fazio e Rai”

Il Codacons ha espresso soddisfazione per la decisione dell’Anac di inviare alla Corte dei Conti le criticità emerse in merito al contratto tra Rai e Fabio Fazio, notizia riportata oggi da Repubblica.

“La magistratura contabile sta già indagando sul caso grazie ad un esposto inviato, tra gli altri, anche dal Codacons, e che chiedeva di accertare eventuali sperperi di denaro pubblico a danno della collettività, considerati i 704mila euro a stagione che la Rai paga per i diritti del format di ‘Che tempo che fa’, format incomprensibile dal momento che il programma è una semplice intervista con il conduttore dietro una scrivania”, ha spiegato l’associazione che ora si auspica che anche la Procura di Roma, dinanzi la quale il Codacons ha depositato una richiesta di sequestro cautelare del contratto stipulato tra Rai e Fabio Fazio, si attivi a tutela dei cittadini.

“In attesa della pronuncia della Corte dei Conti, la Rai farebbe bene a sospendere la trasmissione, visti anche i dati di ascolto non esaltanti” ha fatto sapere ancora il Codacons che definisce “inevitabile” una sua azione contro la Rai e Fabio Fazio per recuperare le risorse pubbliche utilizzate in modo scorretto se dalle indagini della magistratura contabile e ordinaria emergeranno illeciti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rai, il contratto di Fabio Fazio sotto indagine della Corte dei Conti

Today è in caricamento