rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Tv

Gerry Scotti e gli sms di Frizzi: la lettera del "rivale" al conduttore scomparso

Spesso uno contro l'altro in tv, amici nella vita di tutti i giorni: il ricordo del presentatore Mediaset è da brividi

"Caro amico ti scrivo, e sinceramente non avrei mai pensato di scriverti le cose che sto per dirti". Inizia così la lettera che Gerry Scotti ha affidato a La Stampa per salutare Fabrizio Frizzi

Spesso "rivali" in tv, ma quella sana competizione, a suon di sms, si è trasformata in una bellissima amicizia. Messaggi di in bocca al lupo prima di un nuovo programma, o di chapeau quando l'altro vinceva: "Li ho conservati tutti - scrive Scotti - dai semplici auguri di Natale o di Pasqua, ai tuoi auguri per i miei sessant'anni, alle nostre prese in giro su quando cominciavano i nostri programmi: 'In bocca al lupo ma non esagerare perché dall'altra parte ci sono io'. E per finire quelli molto stringati, ma colmi di affetto, di quando è iniziata la tua malattia ed insieme è iniziata la tua lotta per stare attaccato a questa vita".

"Ciao Fabrizio, combattente col sorriso"

Una stima profonda per il collega, ma soprattutto per l'uomo che era Fabrizio Frizzi: "Ho ammirato la tua semplicità, la tua normalità, il tuo garbo, la tua correttezza e il tuo sorriso. E' stupefacente, queste che sono le cose che più ricordo di te, sono quelle che oggi sono sulla bocca di tutti. Una persona per bene può ancora lasciare il segno. Tu, Fabrizio credimi, il segno lo hai lasciato". E la piazza stracolma di gente il giorno dei suoi funerali, a Roma, è uno dei tanti segni d'amore che ha lasciato Fabrizio Frizzi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gerry Scotti e gli sms di Frizzi: la lettera del "rivale" al conduttore scomparso

Today è in caricamento