Lunedì, 21 Giugno 2021
Tv

Morte Frizzi, Pupo al veleno: "Tanti gli ipocriti che piangono oggi. In Rai sottovalutato"

La rabbia del cantante in un tweet, poi lo sfogo ai microfoni di Mattino Cinque: "La sua forza era la gente. Colleghi e addetti ai lavori lo hanno umiliato e fatto soffrire"

Fabrizio Frizzi e Pupo. ANSA

Dopo l'ultimo saluto a Fabrizio Frizzi, il dolore lascia pian piano spazio alla rabbia. Certamente quella di chi lo amava e lo ha perso troppo presto, ma anche la rabbia di chi gli era amico e conosceva le sue sofferenze in un ambiente lavorativo spesso troppo crudele per un buono come lui, e che oggi gli tesse le lodi. 

A lanciare la bomba è Pupo. "Abbiamo condiviso momenti professionali meravigliosi - ha scritto in un tweet - ed altri, privati, in cui mi raccontavi le tue sofferenze e le angosce che gli ipocriti che oggi ti rimpiangono, ti avevano causato. Non ho parole fratello".

pupo frizzi-2

Secondo il cantante, dunque, molti dei colleghi e degli addetti ai lavori che in questi giorni piangono per la morte di Frizzi, non erano così attenti e riguardosi nei suoi confronti, anzi. "Questo coro d'incensamento non corrisponde alla verità dei sentimenti della gente che parla - ha tuonato ai microfoni di Mattino Cinque - Non faccio nomi, ma che ipocrisia". 

"Era sottovalutato" ha confermato Pupo al telefono, tirando fuori uno dei sogni più grandi di Fabrizio Frizzi che la "sua" Rai non gli ha mai permesso di realizzare: "Ambiva a condurre Sanremo, gli sarebbe piaciuto molto e se lo sarebbe meritato. Non gliel'hanno mai proposto perché gli interlocutori, che cambiavano di volta in volta, non lo ritenevano all'altezza". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Frizzi, Pupo al veleno: "Tanti gli ipocriti che piangono oggi. In Rai sottovalutato"

Today è in caricamento