Domenica, 18 Aprile 2021

Franca Leosini e le sue Storie Maledette: "Rudy Guede mi chiama una volta a settimana"

Difficile per la giornalista non lasciarsi coinvolgere delle vicende personali dei protagonisti del suo programma

Franca Leosini intervista Rudy Guede

E' minuzioso il lavoro di Franca Leosini con le sue "Storie Maledette". La giornalista studia per mesi i casi di cronaca che poi racconta nel suo programma, sviscerando ogni dettaglio, ed è difficile non portarsi dietro un po' di quelle vicende, ma soprattutto di quelle persone. 

"Rudy Guede mi telefona una volta alla settimana" ha confessato la Leosini al Corriere della Sera. "La sua è stata una delle storie più seguite e controverse - ha spiegato - Invitai anche un ex del Ris, per capire come fossero state cercate le tracce e le impronte lasciate nella stanza. Mesi dopo quella puntata, Guede ha ottenuto la possibilità di svolgere il tirocinio all'esterno in base all'articolo 21 dell'ordinamento carcerario". 

Tra i tanti protagonisti della cronaca nera che ha intervistato, è Mary Patrizio ad averla scossa di più nel profondo, la donna di Valaperta condannata per aver affogato nella vasca il figlio di 5 mesi. "Lei raccontò tutto, nei dettagli - ha ricordato la giornalista - E io capivo che quella donna stava male. Sapevo bene che era colpevole, ma io sono umana: alla fine, a telecamere spente, piansi per un quarto d'ora".

Questo è forse l'aspetto che conquista il pubblico, oltre al linguaggio forbito, l'umanità: "I processi non si discutono, è ovvio. E l'unica verità è la loro. Ma i processi si interpretano. Con umanità. E oggi in tanti mi sono grati".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Franca Leosini e le sue Storie Maledette: "Rudy Guede mi chiama una volta a settimana"

Today è in caricamento