Giovedì, 13 Maggio 2021

Franco Di Mare: “Rai3 fedele al pubblico colto e curioso. Salvo Sottile? Non è proprietario di Mi manda Rai3”

Il neodirettore della terza rete Rai spiega le motivazioni che lo hanno indotto a non confermare il conduttore dello storico programma

Franco Di Mare

La prossima stagione televisiva di Rai3 non vedrà due dei volti che fino ad ora erano stati tra i suoi protagonisti, Salvo Sottile e Gloria Guida, che, in contesti differenti, non hanno esitato a nascondere la loro amarezza per la scelta operata dal neodirettore di rete Franco Di Mare. Sulla questione si è espresso adesso il giornalista che, intervistato da Repubblica, ha motivato la decisione di non confermarli al timone di ‘Mi manda Rai3’ e ‘Le Ragazze’ per prediligere professionisti interni alla Rai. “Come vedo la nuova Rai 3? Come una rete fedele al suo pubblico attento, colto e curioso”, ha esordito Di Mare, napoletano, ex inviato di guerra, ex conduttore di Unomattina, ed ex vicedirettore di Rai1, parlando del suo importante ruolo di guida della terza rete Rai.

Quanto al ‘caso’ Salvo Sottile: “Mi Manda Raitre è nato con l’esigenza di trovare una figura che rappresentasse i cittadini vessati dal potere. Ed è sempre stata una figura interna, è quello che in Inghilterra chiamano l’ombudsman, il difensore civico”, ha spiegato: “E’ una trasmissione con la mission del servizio pubblico: la Rai manda qualcuno a chiedere conto di un diritto violato. Deve essere un giornalista interno a farlo: in passato Antonio Lubrano, Piero Marrazzo, Andrea Vianello. Ho sostituito Sottile, che non è proprietario di Mi Manda Raitre, con due valentissimi interni Federico Russo e Lidia Galiazzo”.

Franco Di Mare sulla cancellazione di ‘Palestre di vita’

Non solo la mancata riconferma a Mi manda Rai3: con l’arrivo di Franco Di Mare, a maggio Salvo Sottile si è visto cancellare anche un altro programma, ‘Palestre di vita’, su cui il direttore ha argomentato adducendo ai rapporti con il conduttore: “Con l’agente di Sottile stavo valutando una soluzione alternativa per lui. Mi è arrivata una lettera dell’avvocato in cui mi si diffidava dallo scegliere. Ma un direttore sceglie”.

Quanto alla scelta di inserire nei palinsesti Luisella Costamagna, giornalista esterna alla Rai, prossima alla guida di Agorà, Di Mare ha motivato come segue la decisione: “Vanno valorizzati gli interni ma si deve attingere dal mercato esterno se servono fuoriclasse. Costamagna è professionalmente forte ed è una scommessa: è stata tanto al palo e so che farà benissimo”.

Franco Di Mare sul caso Gloria Guida

Infine, sulla questione Gloria Guida che sui social ha espresso il malcontento per la mancata riconferma a ‘Le Ragazze’, Franco Di Mare ha dichiarato che è stata “una questione legata alle spese. Dovevamo scegliere tra i tagli lineari – con l’ascia – e quelli mirati. Volete che rientri in un budget inferiore? Allora sono costretto a sfrondare qua e la. Non sono un tagliatore di teste, devo far quadrare i conti. Però ho salvato il programma”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Franco Di Mare: “Rai3 fedele al pubblico colto e curioso. Salvo Sottile? Non è proprietario di Mi manda Rai3”

Today è in caricamento