Lunedì, 30 Novembre 2020

Il J'accuse di Massimo Giletti: "Burioni e Pregliasco dovevano dire 'abbiamo sbagliato'"

Conduttore del talk 'Non è l'Arena' di La7, il giornalista interviene sull'emergenza coronavirus

Massimo Giletti, 58 anni, conduce Non è l'Arena

In onda con Non è L'arena su La 7, Massimo Giletti interviene a proposito dell'emergenza coronavirus, cui dà largo spazio nel suo talk show.

"Ogni stagione ha un suo percorso, quanto è successo non poteva non influire sul racconto, sarebbe stato stonato e fuori luogo affrontare certi temi: il Covid ha infettato anche la scaletta", spiega, per poi lanciare un attacco a due dei virologi più noti a livello televisivo, ovvero Roberto Burioni e Fabrizoo Pregliasco. "La scienza è in continuo divenire, procede per test e tentativi, non arriva subito al risultato: quello che contesto ai Burioni, ai Pregliasco è che non abbiano avuto l'onestà di dire: abbiamo sbagliato". 

La domenica televisiva è una sfida 'estrema. "Con il calcio sarà ancora più complesso, ma mi sono sempre piaciute le sfide difficili, anche Cairo disse che era una follia, ma io scelsi la domenica per misurami con Fazio", dice. "Misurarsi con i numeri uno è sempre molto più interessante e stimolante. Quando portai La7 al 13% e battemmo Rai1 fu una soddisfazione enorme". Le piace Fazio? "Ha tantissimi meriti e un modo di fare tv diverso dal mio: io faccio inchieste, lui fa intrattenimento". E Barbara D'Urso? "È un tesoro per Mediaset, è una stacanovista straordinaria, il problema è che se fai tanta quantità inevitabilmente perdi di qualità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il J'accuse di Massimo Giletti: "Burioni e Pregliasco dovevano dire 'abbiamo sbagliato'"

Today è in caricamento