rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Vergogna inaccettabile

Giornalista molestata in diretta dai tifosi, dallo studio le dicono: "Non te la prendere"

L'episodio vergognoso subito da Greta Beccaglia, inviata di Toscana Tv, dopo la partita Empoli-Fiorentina. Lei è pronta a denunciare

Pacche sul sedere e commenti volgari, in diretta tv. Greta Beccaglia, inviata di Toscana Tv fuori dallo stadio dove si giocava Empoli-Fiorentina, è stata oggetto di molestie in diretta da parte di un gruppo di tifosi che sciamavano dopo la partita. Un comportamento inaccettabile, quello subito dalla giornalista, che ha risposto all'uomo dicendogli: "Non puoi fare questo". In tutto ciò, anziché essere difesa da chi era in studio durante il collegamento, Beccaglia si è sentita invece dire: "Dai, non te la prendere". 

Scene che non dovrebbero esistere e che invece dimostrano ancora una volta quanto la via verso la parità e il rispetto sia lastricata di buone intenzioni e belle parole ma nei fatti ancora bloccata da situazioni come quella vissuta dalla giornalista, impegnata nel suo lavoro.

Greta Beccaglia denuncia le molestie: "Una cosa inaccettabile"

Il video della scena è diventato rapidamente virale, mentre su Instagram la stessa Beccaglia ha raccontato nei dettagli cosa è successo, esprimendo tutta la sua amarezza. "Nel post partita sono uscita dallo stadio per aspettare i tifosi. Sono andata vicino alla curva sud, per intervistarli e far vivere anche a voi da casa quello che stava succedendo. Purtroppo quando sono uscita hanno iniziato a urlarmi cose non carine mentre io ero a lavoro in diretta e uno si è anche permesso di tirarmi uno schiaffo sul culo. È una cosa inaccettabile, soprattutto nel 2021, quando una ragazza come me si fa una mazzo così per diventare una giornalista e arrivare al suo obiettivo, al suo sogno".

Beccaglia ha poi condiviso altri video, nei quali si sentono altri tifosi fare dei commenti pesanti su di lei, tanto che la giornalista a un certo punto si allontana seccata. Nelle Stories ha condiviso un fermo immagine dell'uomo che le ha dato uno schiaffo sul sedere, chiedendo ai suoi follower di scriverle in privato se lo riconoscevano. Alla fine della diretta, ha raccontato Beccaglia a La Nazione, un altro tifoso le si sarebbe avvicinato tentato più volte di toccarla nelle parti intime, per poi allontanarsi solo quando è intervenuto il cameraman. "Non posso andare a lavorare tranquillamente solo perché sono una giovane donna. Sono sconvolta e impaurita. Qualcuno mi consiglia di non sporgere denuncia, ma sono cose gravissime e inaccettabili che mi hanno segnata e amareggiata profondamente".

La denuncia dell'Ordine dei Giornalisti della Toscana

Quanto subito da Beccaglia è stato duramente stigmatizzato dall'Ordine dei Giornalisti della Toscana, che lo ha definito un "episodio gravissimo di molestia", proprio "nei giorni in cui è massima l'attenzione sul contrasto alla violenza nei confronti delle donne". Condannando l'accaduto, l'Odg Toscana ha espresso "piena solidarietà" a Beccaglia, contattata subito dal presidente dell'Ordine Giampaolo Marchini. La nota dell'Odg sottolinea anche il comportamento del collega. "Chi era in studio, invece di condannare il gesto e il molestatore, ha invitato la collega a 'non prendersela'. Verso di lei non è stata sentita nessuna parola di solidarietà da parte del conduttore". Anche rispetto a questo aspetto della vicenda "l'Ordine ribadisce che è giunto il momento di smetterla di minimizzare e ricorda che la violenza contro le donne è prima di tutto un problema culturale e sociale".

Giorgio Micheletti, il conduttore della trasmissione di Toscana Tv, ha risposto alle accuse. "Il mio intento, quando l'ho invitata a non prendersela, era quello di alleggerire per aiutare la poca esperienza che ha Greta nel gestire una situazione difficile come quella che ha dovuto affrontare. Ho pensato prima a lei lavorativamente parlando, perché aveva la pressione psicologica di dover gestire una diretta, ho provato a tranquillizzarla - continua Micheletti -, non volevo minimizzare l'accaduto, ma evitare che potesse accaderle qualcosa di peggio". Michelletti ha poi dichiarato: "Non sono io a decidere, ma spero che Greta continuerà ad andare a fare le dirette fuori dagli stadi, non penso che quello che è capitato le impedisca la prosecuzione di una carriera, ma probabilmente determinati settori degli stadi sono frequentati da persone molto poco intelligenti". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornalista molestata in diretta dai tifosi, dallo studio le dicono: "Non te la prendere"

Today è in caricamento