Lunedì, 10 Maggio 2021
questione di ruoli

Greta Scarano è Ilary Blasi nella serie tv su Totti: “Le ho chiesto consigli, per lui è una guida”

L'attrice interpreta la moglie del Capitano nella miniserie "Speravo de morì prima"

Greta Scarano e Ilary Blasi

Venerdì 19 marzo alle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su Now TV andranno in onda i primi episodi di ‘Speravo de morì prima - La serie su Francesco Totti’ in sei puntate targate Sky Original. A interpretare il Capitano è Pietro Castellino, mentre il ruolo di Ilary Blasi è affidato a Greta Scarano che di lei ha parlato nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale Oggi. “E’ una donna molto in gamba, ha una sua carriera molto ben avviata”, il commento con cui l’attrice ha manifestato grande stima verso la showgirl: “Non ha mai accettato il ruolo della principessa consorte. Anzi è una  guida per Francesco”.

Greta Scarano su Ilary Blasi: "Mi sono calata facilmente nella sua parte"

Greta Scarano e Ilary Blasi hanno avuto modo di conoscersi proprio in vista della sua interpretazione nella serie tv e non sono mancati dei consigli da parte della signora Totti: “Siamo cresciute nello stesso quartiere di Roma. E ci siamo conosciute per la serie. A lei ho chiesto consigli e conferme quando giravamo, ma la sceneggiatura era già perfetta di suo. Mi sono calata facilmente nella  parte”, ha raccontato l’attrice, non particolarmente tifosa, ma ben memore di quel 28 maggio 2017, giorno in cui Totti diede il suo addio al calcio giocato.

“E’ come l’11 settembre, ognuno di noi ricorda perfettamente dove fosse e cosa stesse facendo”, ha confidato Scarano: “Io ero in Austria in vacanza con il fidanzato dell’epoca, lo vidi in albergo e mi trovai a piangere con i singhiozzi”. E a proposito di Francesco Totti: “Ogni tanto passava sul set con Ilary”, ha affermato: “Non certo per controllare. Era sinceramente divertito e appassionato”.  

Ilary Blasi: “Chiamatemi con il mio cognome. Non sono solo la signora Totti”

Speravo de morì prima, Castellitto: “Il calcio non è calcio se Totti non c'è”

Lunedì scorso allo Stadio Olimpico di Roma è andata in scena la presentazione ufficiale della miniserie con i protagonisti. “Ho passato la maggior parte delle domenica della mia vita seduto su questi seggiolini blu della curva sud, ma solo grazie alla serie ho potuto conoscere e incontrare Totti dal vivo”, ha raccontato Pietro Castellitto: “Quando convivi tanto con un idolo, un po' pensi di conoscerlo, ma incontrandolo l’ho scoperto loquace: tiene banco ed è consapevole di cosa rappresenta per un ragazzo cresciuto con lui e fa di tutto per metterti a tuo agio. Per uno scherzo del destino ho ritrovato mentre giravo un diario che non trovavo da 15 anni, scritto quando avevo 9 anni e nel capitolo più lungo parlavo di Totti». Castellitto ne ha lette alcune frasi, errori di ortografia compresi, in cui ricordava come «per mia magica fortuna, facendo la collezione di figurine, nella prima bustina ho trovato l’unico, il sublime capitano della Roma - chiudendo con - il calcio non è calcio se Totti non c’è”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Greta Scarano è Ilary Blasi nella serie tv su Totti: “Le ho chiesto consigli, per lui è una guida”

Today è in caricamento