rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
l'annuncio social

Gianfranco Gallo querela Iva Zanicchi: i motivi in un video social

L'annuncio dell'attore in un video social postato a qualche ora dalle dichiarazioni rilasciate dalla cantante nell'ultima puntata de 'La confessione'

Alcune dichiarazioni sul cantante napoletano Nunzio Gallo rilasciate da Iva Zanicchi nel programma La confessione non sono piaciute affatto a Gianfranco, figlio dell’artista scomparso nel 2008, che adesso ha annunciato l’intenzione di querelarla.

L’attore, interprete di Giuseppe Avitabile in Gomorra – La Serie, è intervenuto su Facebook con un video rivolto proprio alla cantante. Venerdì 12 novembre, ospite nel programma sul Nove, il conduttore Peter Gomez ha chiesto a Iva Zanicchi cosa ne pensasse di Silvio Berlusconi e delle sentenze che hanno stabilito un quadro fosco intorno alla sua persona. L’artista ha quindi difeso il politico di cui è grande sostenitrice e amica, citando poi Nunzio Gallo in un contesto che non è per niente piaciuto al figlio Gianfranco.

Le dichiarazioni di Gianfranco Gallo 

“Lei dice ‘no Berlusconi è una brava persona’... Poi Gomez le chiede sulla sua amicizia con Dell’Utri che è stato al centro di processi per mafia, dice lui, e lei dice ‘no non ci credo mai, è una persona coltissima, intelligentissima - afferma Gallo rivolgendosi a Zanicchi - Poi lei vuole strafare e dice a Gomez per giustificare Dell’Utri ‘mi scusi ma se lei nasce a Palermo dei contatti li dovrà pure avere no?’. E no perché pure Falcone e Borsellino sono nati in Sicilia, lei ha offeso tutti i siciliani”.

“Ma lei è voluta andare ancora oltre – continua Gallo – E per giustificare il fatto che gli artisti abbiano contatti con persone strane, che non si sa da dove vengono, magari mafiosi, lei dice ‘noi cantavamo al Madison Square Garden di New York’, noi chi non l’ha specificato, lei dice ‘un posto bellissimo che addirittura i Beatles facevano fatica ad arrivarci. Poi arrivava Nunzio Gallo e ci andava. Come se lo spiega?’”.

“Signora Zanicchi, prima di tutto perché lei avrebbe dovuto cantare al Madison Square Garden e Nunzio Gallo, no? Mio padre aveva vinto il Festival di Sanremo, la prima Canzonissima, il Festival di Napoli. Andava lì perché gli emigranti lo volevano. Queste cose, tra l'altro, erano organizzate da Vincent Gardenia, un attore che poi ha vinto un Oscar. Mio padre ha cantato anche alla Scala di Milano con Renata Tebaldi nella Boheme. Lei ha mai cantato alla Scala di Milano? Io credo di no”. Poi la decisione di querelarla: “Ero indeciso se farle una querela. Gliela faccio e con i soldi finanzierò una fondazione a nome di mio padre che dia una borsa di studio ai ragazzi napoletani poveri che vogliono studiare canto e non ne hanno la possibilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianfranco Gallo querela Iva Zanicchi: i motivi in un video social

Today è in caricamento