Mercoledì, 27 Gennaio 2021

Jovanotti vittima di una truffa: arriva il Tapiro d’Oro di Striscia la notizia

L’ immagine del cantante è stata utilizzata senza il suo consenso per invogliare l'acquisto di bitcoin

Jovanotti e Valerio Staffelli a 'Striscia la notizia'

Il Tapiro d’Oro, ormai celebre simbolo del tg satirico Striscia la notizia, è stato consegnato nelle mani di Lorenzo Jovanotti dopo che la sua immagine, accompagnata da false dichiarazioni, è stata utilizzata senza il suo consenso e pubblicata online per invogliare l’acquisto di bitcoin.  

Secondo alcuni articoli apparsi su testate nazionali e banner pubblicitari online, il cantante starebbe accumulando una fortuna grazie ad investimenti legati a cripto valute, situazione assolutamente non vera che Jovanotti ha definito chiaramente una truffa.

Jovanotti vittima di una truffa: le sue dichiarazioni a Valerio Staffelli

Raggiunto dall’inviato di Striscia Valerio Staffelli, Jovanotti ha spiegato la vicenda che lo vede coinvolto suo malgrado in un raggiro sui bitcoin: “È una truffa”, ha affermato: “Dopo che ho letto queste cose mi sono pure dovuto informare, non sapevo bene cosa fossero i bitcoin. Non solo è una cosa falsa, è anche pericolosa. Ho chiamato i miei avvocati, ma è difficilissimo rintracciare chi ci sia dietro a queste operazioni".

“Cosa fanno? Utilizzano le immagini di personaggi popolari, per esempio una in cui mi affiancano a Barbara d’Urso, e costruiscono notizie che invogliano a cliccare su banner falsi”, ha spiegato ancora: “Così facendo rubano i dati, che finiscono nelle mani di persone dedite alle truffe online. Mi dispiace, ma non posso farci niente: forse una controllata in più dovrebbero anche darla i grandi siti che hanno pubblicato le inserzioni fasulle, ne va della loro credibilità”.

(Di seguito il video del post Facebook di 'Striscia la notizia' con il servzio su Jovanotti)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jovanotti vittima di una truffa: arriva il Tapiro d’Oro di Striscia la notizia

Today è in caricamento