Giovedì, 29 Luglio 2021
forza italia

Katia Serra arrivata a Wembley: "Hotel vicino allo stadio, troppa apprensione per la variante Delta"

L'ex calciatrice azzurra sarà la prima donna a commentare una finale della Nazionale Italiana. Su Instagram il racconto del backstage

Katia Serra, 48 anni (Crediti Instagram)

"Anche per me è la partita della vita. C'è ancora chi non accetta che una donna possa parlare di calcio, ma arrivo preparata". E' entusiasta Katia Serra al suo arrivo a Wembley. Qui l'ex calciatrice azzurra commenterà la finale degli Europei tra Italia e Inghilterra attestandosi come la prima cronista nella storia a raccontare una finale della Nazionale. Ed è per questo che, passo dopo passo, aggiorna i suoi follower circa uno dei viaggi più importanti della sua vita. 

L'arrivo a Wembley, tra adrenalina e la paura della Delta

Nelle scorse ore per Katia l'arrivo nella città inglese. "Saluti da Wembley", dice in un video condiviso su Instagram. "Lì, alle mie spalle, c'è lo stadio. C'è più paura degli inglesi o della variante delta?", aggiunge poi in riferimento alla variante del coronavirus che sta mettendo in allarme l'Europa intera. 

"Qui l'apprensione c'è - spiega - quindi è giusto essere molto cauti. Ho, infatti, l'albergo a dieci metro dall'arco che ho alle mie spalle, questo è il massimo raggio di azione e movimento, deve esserci massima precauzione. Stasera sarà molto comodo arrivarci ma ci sarà una bolgia diversa da questa. Tutti a tifare azzurri, siamo nei loro piedi e nella loro testa". 

Katia Serra telecronista per la finale dell'Italia, è la prima donna nella storia: "Per me la partita della vita"

Katia Serra prima donna a commentare la Nazionale

Serra sarà la prima voce femminile a commentare la finale di partita della Nazionale Italiana. Lo farà in coppia con Stefano Bizzotto, a partire dalle 21 questa sera su Rai Uno. Una decisione, quella della Rai, arrivata per sostituire la coppia formata da Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, "fuori gioco" poiché il primo è risultato positivo al coronavirus ed è stato posto in isolamento.

"Tutto è avvenuto in fretta e tanto mi sta sospingendo verso la finale. Il primo pensiero va alla Rai, a tutte le persone che lavorano all’Europeo e ancor di più a chi, ora, si trova costretto in isolamento", ha dichiarato lei, classe 1973, bolognese, ex calciatrice azzurra, consigliera della Figc femminile, nonché opinionista Rai e Tim Vision e docente all'Università San Raffaele di Roma presso il corso di laurea 'Modelli di gestione del calcio femminile'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Katia Serra arrivata a Wembley: "Hotel vicino allo stadio, troppa apprensione per la variante Delta"

Today è in caricamento