Domenica, 18 Aprile 2021

In tv torna "La gabbianella e il gatto" in omaggio a Luis Sepúlveda

Appuntamento domani, venerdì 17 aprile, alle 16.20, su Italia 1 con il film di animazione tratto dal racconto dello scrittore scomparso oggi per coronavirus

"La gabbianella e il gatto"

Domani, Venerdì 17 aprile, alle 16.20, Italia 1 ricorda lo scrittore Luis Sepúlveda, scomparso oggi all'età di 70 anni dopo aver contratto il coronavirus, con il film di animazione “La gabbianella e il gatto”, lungometraggio basato suo celebre romanzo “Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare”.

Il film di Enzo D'Alò vanta un cast di doppiatori d’eccezione, capitanato da Carlo Verdone e Antonio Albanese. La storia racconta di Kengah, un gabbiano avvelenato da una macchia di petrolio nel mare del nord, che riesce ad affidare, in punto di morte, il proprio uovo al gatto Zorba (voce di Carlo Verdone), strappandogli tre promesse: quelle di non mangiare l'uovo, di averne cura finché non si schiuderà e di insegnare a volare al nascituro. La pellicola uscita alla fine del 1998, ha incassato oltre 12 miliardi di lire ed è la pellicola d'animazione italiana di maggior successo al botteghino. 

In giornata è arrivato il ricordo di D'Alò. "E 'quasi incredibile che un combattente come lui, che aveva affrontato di tutto nella vita, se ne vada per un virus maledetto, silenzioso e invisibile”, ha dichiarato ad AdnKronos. "Lo volli incontrare subito quando acquistammo i diritti per il film per raccontargli che progetto avevo in mente e mi trovai di fronte ad una persona espansiva, cordiale e simpatica. Stringemmo subito amicizia. E io gli mandai ogni stesura della sceneggiatura e i primi montaggi del film. Ci confrontammo fino all'uscita nelle sale".

La trama de La gabbianella e il gatto

La gabbianella e il gatto racconta di Fortunata, gabbianella rimasta orfata ed affidata al gatto Zorba e alla sua comunità di gatti. La piccola Fortunata si trova di fronte uno strano compito: quello di imparare a conoscersi e capire di non essere un gatto, prima di riuscire a volare. Il tutto al fianco degli amici felini, Colonnello, Segretario, Diderot, il giovane Pallino e ovviamente Zorba. All'improvviso, però, si trova a dovere fronteggiare il pericolo rappresentato dai ratti che aspettano l'occasione per uscire dalle fogne, prendere il potere e proclamare l'avvento del Grande Topo. Dopo molte difficoltà, l'agguato dei roditori viene respinto. Ora la gabbianella può imparare a volare e, finalmente, ricongiungersi in aria con i suoi veri compagni.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tv torna "La gabbianella e il gatto" in omaggio a Luis Sepúlveda

Today è in caricamento