Giovedì, 5 Agosto 2021
Tv

"Liberi di scegliere", su Rai 1 la lotta alla 'ndrangheta nel film con Alessandro Preziosi

In prima visione tv su Rai 1 martedì 22 gennaio. Nel cast anche Nicole Grimaudo e Carmine Buschini

Alessandro Preziosi

Giovani leve della 'ndrangheta e uomini di Stato che gli tendono la mano per aiutarli a realizzare un futuro diverso da quello criminale scritto nel Dna delle loro famiglie. Intorno alle loro storie ruota "Liberi di scegliere" il film in onda in prima visione su Rai 1 martedì 22 gennaio. Domenico e Teresa - giovanissimi eredi di una cosca malavitosa finiti a processo - e il giudice Lo Bianco, chiamato a decidere del loro futuro: sono loro i protagonisti.

Nel cast Alessandro Preziosi - che interpreta Lo Bianco - Nicole Grimaudo, Carmine Bruschini, Federica Sabatini, Federica De COla, Corrado Fortuna, Vincenzo Palazzo e con la partecipazione di Francesco Colella. 

"Liberi di scegliere", la trama

Marco Lo Bianco è un giudice del Tribunale dei Minori di Reggio Calabria e ha un sogno: strappare i ragazzi alla 'ndrangheta. Giorno dopo giorno ha visto sedere nella stessa aula di tribunale i figli delle più importanti famiglie mafiose della provincia. E ha capito una cosa: la 'ndrangheta non si sceglie, si eredita. Quando incontra Domenico, ultimo componente di una cosca di cui anni prima ha arrestato il fratello, decide che è arrivato il momento di dire basta. Inizia una strada difficile che costringerà tutti ad abbandonare le proprie certezze. Lo Bianco e i suoi assistenti si confronteranno con i codici e i sentimenti di quelle famiglie che hanno considerato sempre e solo come cosche criminali. I più giovani, Domenico e Teresa, impareranno che esiste una famiglia allargata, rappresentata dallo Stato e dalla Comunità civile, pronta ad aiutarti a realizzare un futuro diverso, in cui poter essere, finalmente, liberi di scegliere. Il sogno del giudice dei minori Lo Bianco è quello di strappare i ragazzi alla  ndrangheta. Le famiglie si assicurano il potere sul territorio grazie alla continuità generazionale, costringendo i figli a fare il mestiere dei padri. Ed è così che quando si ritrova davanti anche Domenico, l'ultimo componente della potente famiglia Tripodi, con una scelta che non ha precedenti, Lo Bianco dispone l'allontanamento del ragazzo dalla Calabria e il decadimento della responsabilità genitoriale sia per il padre latitante, che per la madre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Liberi di scegliere", su Rai 1 la lotta alla 'ndrangheta nel film con Alessandro Preziosi

Today è in caricamento