Giovedì, 22 Aprile 2021

Luca Bizzarri: "Le Iene? Sì, qualche volta hanno esagerato"

"Per me sono stati una famiglia e con alcuni ci sentiamo regolarmente, però, sì, a volte hanno esagerato", ammette Bizzarri, che in un'intervista al Corriere rivela anche di essere molto corteggiato dalla politica: "Rispondo sempre 'no, grazie'. Non riuscirei a infilarmi in una campagna elettorale continua, alla ricerca solo del consenso"

Televisione, cultura, politica. Luca Bizzarri è un fiume in piena nell'intervista pubblicata dal Corriere della Sera, nella quale a Roberta Scorranese ha parlato della sua carriera nel mondo della televisione ma anche della sua esperienza istituzionale come presidente del Palazzo Ducale di Genova, la sua città.

Riandando indietro a quando faceva parte de Le Iene, di cui è stato uno dei volti principali per dieci anni, Bizzarri ha concesso qualche ammissione. Alla giornalista che gli chiede se avesse qualche autocritica da farsi in merito a quell'esperienza, Bizzarri ha risposto: "Ero solo un presentatore ma questo non vuol dire che non potessi esprimere dissenso per qualche servizio. E l’ho fatto. Per me sono stati una famiglia e con alcuni ci sentiamo regolarmente, però, sì, a volte hanno esagerato".

Bizzarri ha poi chiarito meglio il suo pensiero: "Per dire, non amo quel modo di guardare la droga con attenzione morbosa, dal buco della serratura. Non ho amato certi servizi sulle presunte cure anti-cancro. Detto questo, hanno fatto più bene che male alla televisione. Il tampone ai politici è un colpo di genio".

Luca Bizzarri e la politica "Ogni tanto arriva qualche telefonata"

La politica, un altro degli argomenti caldi dell'intervista. Bizzarri ha rivelato di essere stato più volte corteggiato da vari schieramenti politici ma di volersi tenere in disparte.

"Ogni tanto arriva qualche telefonata. La cosa bella è che arriva ora da una parte ora dall’altra, perché non sono inquadrabile. Naturalmente rispondo sempre 'no, grazie'. Non riuscirei a infilarmi in una campagna elettorale continua, alla ricerca solo del consenso. Ah, lo sa che io siedo qui con i voti di Lega e Forza Italia? – ha spiegato, riferendosi alla sua carica di presidente di Palazzo Ducale - Non solo. Sono anche nell’assemblea del Teatro Stabile, voluto da Cinque Stelle e Pd. Non ci crede, eh?".

Pensando al futuro, Bizzarri poi ha aggiunto: "La dico tutta. Questa continua campagna elettorale alla ricerca del consenso potrebbe portare a una deriva autoritaria: ad un certo punto si sentirà il bisogno di dire 'ok, per cinque anni fermiamoci e teniamoci questi'".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Bizzarri: "Le Iene? Sì, qualche volta hanno esagerato"

Today è in caricamento