rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Tv

Magalli condannato, dovrà risarcire Adriana Volpe

Il conduttore ritenuto colpevole di diffamazione nei confronti dell'ex collega in merito a un'intervista rilasciata al settimanale Chi nel 2017

Il Tribunale di Milano ha condannato Giancarlo Magalli per diffamazione aggravata nei confronti di Adriana Volpe. Si conclude così una vicenda giudiziaria iniziata nel 2017, quando il conduttore rilasciò un'intervista al settimanale Chi in cui - secondo l'accusa - parlando dello scandalo Weinstein e del tema Me To, fece allusioni sull'ex collega e la sua carriera. 

Magalli dovrà risarcire i danni patiti dalla parte civile Adriana Volpe, liquidati in via di provvisionale in 25 mila euro e pagare una multa di 14 mila euro. Per conoscere le motivazioni della sentenza si dovranno attendere 15 giorni, intanto i legali del conduttore televisivo hanno fatto sapere che ricorreranno in appello. Assolto il giornalista che aveva firmato l'intervista sotto accusa.

Le parole di Magalli: "Per Signorini, che lavora con Adriana, querela ritirata"

Dopo la sentenza non si è fatto attendere il commento di Giancarlo Magalli sui social: "Dato che in 5, 4, 3, 2, 1... La Volpe inonderà il web di comunicati stampa riguardanti la mia condanna esemplare per un'intervista in cui io parlavo del Me Too e non la nominavo affatto, volevo anticiparla specificando che il giudice mi ha dato una multa (che non devo nemmeno pagare), una provvisionale (che non devo pagare) e le spese legali (che pagherò). Questo prima che dica che sono stato condannato all'ergastolo o a 10 milioni di risarcimento". Poi si toglie qualche sassolino dalla scarpa: "Per inciso nella causa eravamo imputati io, il giornalista che mi aveva fatto l'intervista ed aveva cercato di farmi parlare della Volpe (assolto) ed il direttore responsabile del giornale che l'aveva pubblicata. Per lui la querela è stata ritirata. E di chi parliamo? Ma di Alfonso Signorini, che casualmente è quello con cui da allora Adriana lavora. Coincidenze, eh...". 

Magalli attacca Adriana Volpe: "Se sapeste come fa a lavorare da vent'anni..."

La replica di Adriana Volpe

La replica di Adriana Volpe, sempre via social, non si è fatta attendere: "Caro Magalli, ieri il tribunale di Milano ti ha condannato per il reato di diffamazione aggravata. All'uscita invece di chiedermi scusa sei corso fuori a scrivere un post su Facebook tentando di distorcere e sminuire questa sentenza che invece ha una portata e peso straordinari. Hai scritto cose false e come sempre screditanti". Qui il post integrale

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magalli condannato, dovrà risarcire Adriana Volpe

Today è in caricamento