Sabato, 5 Dicembre 2020

Mara Venier rivela: “Conoscevo Giovanni Falcone, tante serate con lui insieme ad amici”

Durante un’intervista la sorella del giudice ucciso dalla mafia ha ringraziato Mara Venier “per quei momenti che gli avete fatto vivere”, portando così la conduttrice a rivelare di aver passato “tante belle serate insieme a lui con il mio compagno di allora, Renzo Arbore, e altri amici”

Fra pochi giorni sarà l’anniversario della strage di Capaci e Mara Venier ha avuto ospite a "Domenica In" Maria Falcone, la sorella del magistrato ucciso dalla mafia il 23 maggio 1992.

Parlando della tragica morte del fratello, Maria Falcone a un certo punto ha ringraziato Mara Venier “per quei momenti che gli avete fatto vivere” poco prima della fine. La rivelazione inaspettata ha portato la conduttrice a rivelare di aver conosciuto Giovanni Falcone, poco prima che morisse. Una frequentazione mai sbandierata finora per pudore e rispetto, ha spiegato Mara Venier.

“Non avevo mai rivelato di aver conosciuto Giovanni”, ha infatti detto Venier. I momenti sereni a cui Maria Falcone faceva riferimento, ha spiegato la conduttrice, sono state  “tante belle serate passate insieme a lui con il mio compagno di allora, Renzo Arbore, e altri amici”. 

“L’ultima volta, credo dieci giorni prima di quello che poi è accaduto, c’è stata una cena a casa di amici. Ero seduta vicino a Giovanni ed è stata una serata bellissima. Non c’era la musica, non abbiamo cantato, quindi abbiamo avuto modo di parlare tutta la sera. Era scattata una vera simpatia umana con Giovanni. Quello che è accaduto dopo mi ha addolorato tantissimo e ancora oggi quando parlo di lui non le nascondo, Maria,  che provo una grande emozione e una grande commozione. Il pensiero va sempre a quell’ultima sera”

“La ringrazio di averlo detto lei, io non avrei mai avuto il coraggio. Mi sembrava poco opportuno”, ha aggiunto Mara Venier. 

Lei e Maria Falcone sono poi passate a darsi del tu e a chiamarsi per nome ed entrambe hanno espresso il desiderio di potersi incontrare di persona quanto prima. 

Presidente della “Fondazione Falcone”, in collegamento da Palermo Maria falcone ha presentato la settimana dedicata alla lotta alla mafia, che culminerà con “Palermo chiama Italia… Al balcone”, un evento che si svolgerà in tutta Italia sabato 23 maggio alle 18, alla stessa ora in cui centinaia di chili di tritolo esplosero al passaggio dell’auto del giudice, uccidendo lui, la moglie Francesca Morvillo, e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mara Venier rivela: “Conoscevo Giovanni Falcone, tante serate con lui insieme ad amici”

Today è in caricamento