rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Tv

Mark Salling ammette il reato di pedopornografia, la star di "Glee" rischia fino a 8 anni

L'attore era stato denunciato un anno fa da una sua ex fidanzata a cui aveva mostrato foto e video di bambini nel suo computer

E' crollato Mark Salling. L'attore, indimenticabile nel ruolo di Noah Pucker nella serie "Glee", era stato accusato nel 2016 di possesso di materiale pedopornografico. Accuse sempre respinte fino a pochi giorni fa, quando ha ammesso tutto. 

Trovati nel suo computer video e foto, a sfondo sessuale, di bambini tra i 2 e i 6 anni. A denunciarlo era stata una sua ex fidanzata, alla quale l'attore aveva mostrato il materiale, oltre 50mila file contenenti immagini di minori. 

Dichiaratosi colpevole, Salling rischia fino a 8 anni di reclusione. Oltre al carcere, a cui molto probabilmente seguiranno altri 20 anni di libertà condizionata, l'attore dovrà pagare una multa di 50mila dollari per ogni vittima e, scontata la pena, tenersi a distanza da tutti i luoghi frequentati da minori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mark Salling ammette il reato di pedopornografia, la star di "Glee" rischia fino a 8 anni

Today è in caricamento