Mercoledì, 16 Giugno 2021

"Maschile Singolare", il film con Michela Giraud sconsigliato ai fan di Michela Giraud

Il poster di Maschile Singolare, il film dal 4 giugno su Amazon Prime Video

Sabato 4 giugno è uscito su Amazon Prime Video il film Maschile Singolare. Nella locandina del film su Prime, così come nelle notizie relative all'uscita di questo film, compare Michela Giraud, la comica romana tra i protagonisti della prima edizione di LOL: chi ride è fuori, lo show da cui Giraud ha tratto anche il suo primo singolo da cantante, "Mignottone pazzo".

Ma se cercate un film con e come Michela Giraud, ovvero divertente ed esilarante, allora Maschile Singolare non è ciò che fa per voi. Non più, almeno, di quanto il film Superman del 1978 sia un film da vedere per ammirare Marlon Brando.

Questo non significa che Maschile Singolare sia un brutto film, sconsigliato in modo assoluto, tutt'altro. Ma di certo non è il titolo da guardare se si è in cerca di un paio d'ore di risate e leggerezza.

"So' Ron": Disney pubblica il trailer di "Ron - un amico fuori programma" con la voce di Lillo

Maschile Singolare, di cosa parla il film su Prime Video

Questa la sintesi della trama fornita da Amazon: "Antonio (Giancarlo Commare) è costretto a mettere in discussione tutte le sue certezze quando viene abbandonato dal marito, dal quale dipende sia psicologicamente sia economicamente. Con il supporto dell’amica di sempre, Cristina (Michela Giraud), deve trovare una nuova casa, un lavoro e - soprattutto - un nuovo scopo nella vita.

Va a vivere con Denis (Eduardo Valdarnini), un ragazzo che vive una vita molto libera e fatta di piccoli espedienti, e inizia a lavorare nel forno di Luca (Gianmarco Saurino), un affascinante amico del nuovo padrone di casa.

Da sempre appassionato di pasticceria, Antonio riacquista fiducia in se stesso frequentando un corso professionale; nel frattempo, con la collaborazione di Denis e Luca, scopre che essere single non è poi così male e si accorge di quanto, in passato, abbia sbagliato a sacrificare la propria indipendenza per il bene della sua relazione. Ma quando all’orizzonte si affaccia la possibilità di un nuovo amore, Antonio sembra pronto a tornare sui suoi passi..."

E per essere ancora più concisi, ecco il riassunto che si può leggere nella presentazione sulla piattaforma di streaming di Amazon: "Il film racconta la storia di Antonio, costretto a mettere in discussione tutte le proprie certezze quando viene abbandonato dal marito, dal quale dipende sia psicologicamente che economicamente. Deve quindi trovare una nuova casa, un lavoro e, soprattutto, un nuovo scopo nella vita".

Per avere un'idea più precisa (e meno promozionale) del film, possiamo dire che Antonio è un trentenne gay che, lasciato dal marito che era stato il suo primo (e unico) amore dai tempi del liceo, non può più svegliarsi alle 11.30 di mattina per andare in palestra senza troppi pensieri, e così trova una stanza in affitto nella casa di Denis, che vive di prostituzione omosessuale e spaccio. Denis procura ad Antonio un lavoro nel forno di Luca, che aveva già conosciuto (e approcciato) Antonio in palestra. Antonio si impegna e, pur essendo un architetto, scopre una passione profonda e un grande talento per la pasticceria.

Ma non di solo lavoro si vive, e così nel tempo libero Antonio inizia a frequentare e a fare sesso con uomini (s)conosciuti tramite app di incontri o in altri modi. Pian piano Antonio si sblocca, e ha rapporti con sempre più uomini, compresi Denis e Luca. Poi succede qualcosa di importante, e la storia di Antonio e del film hanno una svolta.

Perché Maschile Singolare non è, in realtà, un film con Michela Giraud

Tra tutti e tre i riassunti della trama di Maschile Singolare, il nome di Cristina-Michela Giraud compare una sola volta, ma potrebbe anche non esserci proprio. Se nel citato vecchio film di Superman Marlon Brando era il padre del futuro supereroe che moriva dopo pochi minuti dall'inizio per non vedersi mai più, in Maschile Singolare Giraud si vede in più scene, ma il suo ruolo è, a tutti gli effetti, davvero marginale nell'evolversi della vicenda. 

Il personaggio di Cristina è più che altro una spalla comica, così come il suo fidanzato, e a dirla tutta né lei né lui hanno battute particolarmente irresistibili: si sorride quando ci sono, sì, ma senza scomporsi. 

Cristina dà qualche consiglio ad Antonio, lo sostiene come fa una brava amica, ne comprende le difficoltà, lo sprona, ma ogni sua comparsa sulla scena dura una manciata di secondi, e poi non si vede più per lunghi minuti.

Senza voler essere maliziosi, si può dire che forse il nome di Giraud è un espediente, del tutto comprensibile, per attirare l'attenzione dei milioni di italiani che hanno visto e amato LOL, ma nell'economia del film il suo peso è assolutamente trascurabile.

Maschile Singolare è un film brutto?

Come detto, queste considerazioni sul ruolo di Giraud non implicano necessariamente che il film diretto da Alessandro Guida e Matteo Pilati sia un film brutto. Anzi, è sicuramente un film coraggioso per le tematiche che affronta e per come lo fa, in un Paese come l'Italia dove troppo spesso i personaggi LGBTQ+ di film e serie tv sono ridotti a macchiette stereotipate. 

In questo senso, Maschile Singolare è un film consigliato a tutti. Tuttavia, è giusto sottolineare che non è un film comico con Michela Giraud, e quindi non è ciò che ci si aspetta se qualcuno ci dice: "Hai visto il film con Michela Giraud su Prime Video?". Anzi, se le aspettative sono queste, la delusione è quasi assicurata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

"Maschile Singolare", il film con Michela Giraud sconsigliato ai fan di Michela Giraud

Today è in caricamento