Venerdì, 23 Aprile 2021
Masterchef / Italia

MasterChef 10, il vincitore Aquila: "Il ricordo più bello? L'amicizia con i miei compagni di avventura"

Subito dopo l'annuncio della vittoria, la diretta Instagram con Sky in cui Aquila ha svelato anche l'origine del suo ormai famosissimo intercalare "Zio Bricco"

Photo credits: sito ufficiale di MasterChef Italia

Subito dopo aver trasmesso la puntata finale di MasterChef 10, il vincitore Francesco Aquila (ormai conosciuto da tutti semplicemente come Aquila) è stato intervistato da Silvia Muntoni di SkyItalia nel corso di una diretta Instagram.

"Sono estremamente emozionato, mi ha fatto un piacere enorme rivedermi" ha detto Aquila. Come cambierà la vita del maitre 34enne adesso? "Chi lo sa - ha confessato - ho seminato, vediamo un po' cosa si raccoglie adesso. È un pianeta nuovo da visitare, lo dovrò scoprire, ma a me piace scoprire mondi nuovi". Ma la passione per la cucina non è certo una cosa nuova: "È nata da un fabbisogno, quando eravamo piccoli io e mia sorella stando in casa preparavamo noi da mangiare, anche solo per fare una sorpresa ai nostri genitori quando tornavano da lavorare".

E sul suo cognome, con cui è stato ribattezzato per tutto il programma, Francesco racconta una curiosità: "Quando andavo a scuola io sono sempre stato Aquila, la gente mi fermava e mi chiedeva perché usavano questo soprannome, e invece era il mio cognome!".

I ricordi più belli di MasterChef

A parte l'emozione della vittoria, tra gli altri momenti da raccontare Aquila ricorda "quando ho visto i miei genitori la prima volta, o il primo giorno che mi hanno regalato il disegno di mia figlia". Ma anche la penultima puntata, quando il ragazzo ha ricevuto un ricordo di famiglia, il camper delle MicroMachines: "È esposto in una bacheca, nessuno lo può toccare" ride lui.

Non sono mancati neanche i momenti in cui Aquila si è scoraggiato, come dopo il primo piatto del menu finale, in cui non era riuscito a impiattare la portata come avrebbe voluto. Però è riuscito a superare la crisi, completando il menu con grinta: "Quando credi a qualcosa, tira dritto, credici, e non mollare, finisci la cosa che stai facendo" è il suo consiglio. E a proposito di consigli, Aquila è particolarmente legato al ricordo di chef Antonino Cannavacciuolo che gli ricordava l'importanza dei valori e delle proprie origini. 

E cosa mancherà ad Aquila? Lui non ha dubbi, gli amici con cui ha legato in questa edizione dello show: Eduard, Monir, Jia-Bi, e tanti altri. "Abbiamo legato tantissimo, e da quando siamo usciti, tutti i giorni, regolarmente, ci sentiamo".

Da dove arriva l'esclamazione "Zio Bricco"

Non si può non indagare sull'esclamazione di Aquila ormai diventata virale e amatissima sui social, "Zio Bricco", come modo per mascherare le parolacce. "È un modo di dire universale, lo puoi usare in qualsiasi momento, come esclamazione per le cose belle e per quelle brutte - scherza Aquila su Sky - così come gli americani dicono 'oh my God'. È come il prezzemolo, sta bene con tutto".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MasterChef 10, il vincitore Aquila: "Il ricordo più bello? L'amicizia con i miei compagni di avventura"

Today è in caricamento