Sabato, 17 Aprile 2021

L'analisi impietosa di Maurizio Costanzo: “La tv? Ormai la vedono solo gli sfonda-divani”

Il commento del giornalista in riferimento ai dati d'ascolto della tv generalista

Maurizio Costanzo

La tv “è in salute, ma ormai la vedono solo gli sfonda-divani, le tante coppie in pensione, dai 50 anni in su. In particolare sono donne, over 65 e laureate”: a pronunciare un’analisi impietosa dei dati d'ascolto della tv generalista è un veterano dello spettacolo come Maurizio Costanzo in un'intervista a 'Libero' in occasione della nuova puntata di 'Rai, storie di un'italiana', il programma di Rai2 in cui insieme a Umberto Broccoli racconta la storia della televisione. “Non è vero che i giovani guardano la tv... Non la vedono manco morti! E chi dice di fare una tv per giovani o è un mentecatto o è un mentitore”, aggiunge il giornalista che non ha risparmiato una frecciatina a coloro che negli anni si sono mostrati un po’ sdegnati da un certo tipo di tv: “Ho sempre detestato l'atteggiamento snob di chi non guarda la tv, disprezzandola. D'altronde, gli stessi intellettuali che la snobbavano poi mi pregavano di poter comparire nei miei programmi”.

Costanzo: “Date un quiz a Burioni”

Un riferimento, poi, alla situazione mediatica attuale inevitabilmente monopolizzata dalle informazioni sull’emergenza sanitaria. Nel racconto del coronavirus in tv "un po' di allarmismo si è creato", osserva Costanzo che ironizza: "Ma il peggio è la quantità di virologi: stanno ovunque e spesso neppure le imbroccano. Faccio un appello: che si dia un quiz a Burioni...". Quanto alle apparizioni televisive del premier Giuseppe Conte, "È un po' lento, ma non è facile andare in tv a parlare di 200 pagine di decreto. Credo che chiunque topperebbe", la sua osservazione.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'analisi impietosa di Maurizio Costanzo: “La tv? Ormai la vedono solo gli sfonda-divani”

Today è in caricamento