Giovedì, 28 Ottobre 2021
l'intervista

Michael J. Fox: “Il Parkinson ha devastato la mia memoria, peggiora la mia capacità di recitare”

L’attore indimenticabile protagonista del film "Ritorno al Futuro" lotta contro la malattia dal 1991

Il prossimo 9 giugno Michael J. Fox compirà 60 anni, 22 dei quali trascorsi convivendo con il morbo di Parkinson che con il tempo sta minando sempre più le sue capacità motorie e non solo. “La mia memoria a breve termine sta sparendo”, ha raccontato l’attore indimenticabile protagonista del film "Ritorno al Futuro" in un’intervista al magazine People che gli ha dedicato la copertina: "Oltre ai sintomi più evidenti come tremori e rigidità, la malattia ha avuto per me un impatto devastante sulla memorizzazione, abilità cruciale per recitare”.

Michael J. Fox parla delle conseguenze della malattia

A Michael J. Fox la prima diagnosi di Parkinson, disturbo degenerativo a lungo termine del sistema nervoso centrale, arrivò nel 1991. Sette anni dopo rese pubblica la sua conduzione continuando comunque a recitare in "Spin City" dal 1996 al 2001 e apparendo come guest star in "The Good Wife" dal 2010 al 2016. Adesso però le conseguenza della malattia si sono fatte sempre complicate, comportando difficoltà a parlare e a memorizzare le battute indispensabil per la recitazione. "Ora mi devo continuamente esercitare a recitare scioglilingua per migliorare la mia dizione", ha raccontato Michael J. Fox: “Non riesco più a suonare bene la chitarra, non riesco più nemmeno a disegnare, non sono mai stato bravo a ballare e ora sta peggiorando anche la mia recitazione”. Fortunatamente resta la scrittura, altra grande passione dell’attore, che ha ultimato il suo quarto libro di memorie, "No Time Like the Future", in uscita il 17 novembre.

Michael J. Fox ha avuto un tumore

Il Parkinson, ma non solo, perché negli ultimi anni, Michael J. Fox ha dovuto affrontare anche altri problemi di salute. Nel 2018, infatti, gli è stato diagnosticato un tumore benigno alla colonna vertebrale che gli è stato asportato con successo. All’intervento è seguita una lunga riabilitazione che, in pratica, ha portato l’attore a dover imparare di nuovo a camminare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michael J. Fox: “Il Parkinson ha devastato la mia memoria, peggiora la mia capacità di recitare”

Today è in caricamento