Mercoledì, 21 Aprile 2021

Michelle Hunziker sul ‘caso Botteri’: “Sono stata malissimo, il cyberbullismo è pericoloso”

La conduttrice di 'Striscia la notizia' è tornata sulla vicenda del servizio che le ha scatenato contro un'ondata di insulti e minacce gravissime

Michelle Hunziker

Le polemiche nate in seguito alla messa in onda del servizio di Striscia la notizia sui capelli di Giovanna Botteri si sono placate insieme al chiarimento delle protagoniste della vicenda. “E’ una fake news, il servizio era a favore della giornalista”, aveva subito precisato la conduttrice del tg satirico, seguita dalla stessa corrispondente della Rai che le ha risposto con un elegante: “Non dobbiamo fare pace perché non abbiamo mai litigato”.

Caso chiuso, dunque, ma gli insulti e le minacce che per via della vicenda hanno investito la showgirl restano un episodio grave su cui la destinataria è voluta tornare nel corso di un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni. “Una storia surreale e vergognosa. La maggioranza di quelli che ha accusato di aver offeso Giovanna non aveva neppure visto il servizio e questo la dice lunga sulla loro malafede. Hanno montato un’indegna gazzarra sul falso. Noi prendevamo le difese della Botteri, vittima degli odiatori seriali, e loro ci hanno accusati di averla offesa”, il commento di Michelle a distanza di settimane dallo scoppio della polemica.

Michelle Hunziker contro gli hater: “Per difendere una donna ne hanno massacrato un’altra”

A Michelle Hunziker resta l’amarezza delle parole grosse rivolte a lei e alla sua famiglia, denunciate sui social anche dal marito Tomaso Trussardi. “Oggi sorrido perché con Giovanna ci siamo parlate e fatte delle belle risate. È una battaglia vinta, ma non è stata piacevole. Perché per quel servizio hanno attaccato Striscia, me e mia figlia insultandoci pesantemente”, il commento della conduttrice di Striscia: “Alla fine è bastato che Giovanna Botteri avesse modo di vedere personalmente il video per smentire lei stessa la fake news che aveva scatenato le ire e gli insulti dei giornalisti, commentatori e tanti ‘leoni da tastiera’. L’assurdo è che per difendere una donna, che oltretutto non ha mai voluto essere difesa, ne hanno massacrato un’altra e la sua famiglia”.

“Io, che ho la pellaccia dura, sono stata malissimo due giorni. Chi non ha difese come me e viene massacrato così come fa? Il cyberbullismo è pericoloso”, ha aggiunto ancora annunciando le intenzioni di impegnarsi in prima persona per combattere il problema: “Infatti, con l’avvocato Giulia Buongiorno stiamo verificando se possiamo proporre un disegno di legge per mettere filtro agli insulti. Ancora non si possono denunciare gli ‘haters’, gli odiatori, perché su Instagram fanno quello che vogliono e non si può risalire alla loro identità”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michelle Hunziker sul ‘caso Botteri’: “Sono stata malissimo, il cyberbullismo è pericoloso”

Today è in caricamento