Lunedì, 19 Aprile 2021

‘Miss Italia 2020’ si farà, Patrizia Mirigliani: “Si adeguerà ai tempi”

Le ultime novità sulla 81esima edizione dello storico concorso di bellezza raccontate dalla patron della manifestazione

Patrizia Mirigliani

L’emergenza Covid non ferma ‘Miss Italia’: lo storico concorso che dal 1946 premia la bellezza italiana si prepara a svolgere l'81esima edizione entro l'anno, anche se ancora è incerto il periodo dello svolgimento, se in autunno o in inverno inoltrato. Sarà un’edizione speciale, un modello innovativo che per la prima volta vedrà il mondo social diventare parte importante della manifestazione."Una scelta al passo con i tempi, l'occasione giusta visto come i social sono entrati prepotentemente nel nostro mondo da quando c'è stato il Covid - spiega all'Adnkronos Patrizia Mirigliani - Miss Italia sarà dunque un abbinamento tra una Miss Italia e il mondo digital, perché vogliamo portare avanti un concetto di italianità con un'immagine che è sì femminile, ma legata a tutte le sfaccettature del modo di proporsi delle ragazze d'oggi".

Naturalmente, il concorso non rinuncia alla volontà di veicolare contenuti, come da sempre per tradizione. "Miss Italia cerca dei valori, mai come quest'anno - aggiunge ancora  la patron del concorso - Sarà dunque un insieme di sinergie, integrato non solo dal mondo digital ma anche dal mondo televisivo. In sostanza, il concetto dei valori e dell'italianità viene vissuto e veicolato attraverso tante sfaccettature".

Miss Italia si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid

Le modalità della prossima edizione di Miss Italia ancora non sono state stabilite, ma certo è che ci sarà il più assoluto rispetto delle normative anti Covid. “E' tutto in costruzione ma sicuramente queste seimila ragazze sono la prova di quanto ci tengano, e di quante aspettative verso di noi”, conferma  Mirigliani, “Questo ci ha convinte malgrado la difficoltà dei tempi a prendere questa decisione di farla entro l'anno, quindi una cosa assolutamente nuova. Ma avevamo voglia di raccontare i tempi d'oggi rendendo più protagoniste ancora le nostre ragazze già da subito. Abbiamo il più grande vivaio italiano, dai 18 ai 30 il è più grande osservatorio sul mondo femminile”.

Insomma, ci si adegua ai tempi, con un'interazione tra i digital e la tradizione che esprime un nuovo modo di raccontare la bellezza, pur mantenendo i suoi valori. "Del resto da quando nel 1946 Miss Italia ha assunto questo nome, il concorso non si è mai fermato, e già allora la sua apparizione fu interpretata come uno dei segnali del ritorno alla normalità dell'Italia dopo la fine della guerra", ha concluso l’imprenditrice.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Miss Italia 2020’ si farà, Patrizia Mirigliani: “Si adeguerà ai tempi”

Today è in caricamento