L'ex produttore tv di Miss Italia: "La Miren ci deve oltre 1 milione e 300 mila euro" | ESCLUSIVA

Vincenzo Russolillo, presidente di Consorzio Gruppo Eventi, ha richiesto ordinanza ingiuntiva di pagamento e sequestro conservativo nei confronti della Miren, società di Patrizia Mirigliani, che non avrebbe saldato i costi di produzione di due edizioni del concorso in onda su La7

Patrizia Mirigliani con le concorrenti di Miss Italia

Luci e ombre su Miss Italia nell'anno del suo ottantesimo anniversario. Lo storico concorso, messo alla porta dalla Rai nel 2012 e adottato da La7, torna a fare le valigie. Urbano Cairo ha annunciato qualche giorno fa, alla presentazione dei palinsesti, di non aver rinnovato il contratto alla kermesse di bellezza firmata Patrizia Mirigliani, ora a caccia di una nuova rete per andare in onda.

Mentre si vocifera di un ritorno in Rai - smentito di fatto dall'assenza della trasmissione nel palinsesto della prossima stagione - o di un approdo a Fox, Vincenzo Russolillo, presidente di Consorzio Gruppo Eventi, produttore esecutivo del programma nel 2016 e 2017, accende i riflettori su un conto in sospeso con la Miren, società di Patrizia Mirigliani che gestisce il concorso e il marchio Miss Italia. E che conto! "Oltre un milione e trecento mila euro" spiega su Today, oltre a fare luce su tutta la vicenda ora in mano al Tribunale di Roma.

La7 ha chiuso le porte a Miss Italia. Il divorzio tra la Miren, società di Patrizia Mirigliani, e Consorzio Gruppo Eventi che lei rappresenta e che ha prodotto la trasmissione, invece, risale a un anno fa...
"Consorzio Gruppo Eventi ha prodotto dal punto di vista esecutivo la trasmissione nel 2016 e 2017. Il divorzio definitivo c'è stato un anno fa ed è stato unilaterale da parte della Miren che ha deciso di farsi guidare da un'altra azienda (Infront, ndr) per cui nutriamo rispetto e stima. Parliamo di un leader nel settore della produzione di eventi, soprattutto nel mondo sportivo. Noi siamo stati sostituiti e questo è lecito in un mercato libero, ma dovevamo essere sostituiti a fronte di un saldo. E' giusto che una persona possa scegliere di essere fornita da terzi, ma prima del cambiamento bisogna saldare il vecchio".

La Miren non ha pagato i costi di produzione?
"No. Noi come Consorzio nel 2016 e 2017 abbiamo realizzato la trasmissione per nome e per conto di Miren, portando a casa, su La7, un ottimo risultato sia in termini di ascolti che di qualità dello spettacolo. Non lo dico io, lo dicono i numeri. Per due anni infatti la trasmissione raggiunse quasi il record di rete in due prime time che La7 mise a disposizione".

E poi?
"Dopo quell'esperienza, che è stata molto bella e gratificante, con un gruppo di lavoro che ero riuscito a mettere in piedi e che ha portato un'immagine alta per il concorso, mi sono trovato nella scomoda posizione di dover sgomitare per ricevere i pagamenti di quella produzione".

A quanto ammonta il debito?
"Oltre un milione e trecento mila euro. La Miren non ha finito di pagare l'edizione 2016 e non ha pagato nulla dell'edizione 2017".

E siete passati alle vie legali...
"La Miren di Mirigliani, guidata da un altro amministratore ma che gestisce in toto il concorso e il marchio Miss Italia, ha disatteso tutti gli anni di pagamento che avevamo in corso dal 2016 fino al 2018. Quando ci siamo trovati davanti a una scelta non condivisa, tantomeno digerita, di vederci sostituire da Infront senza nemmeno essere stati saldati del lavoro pregresso, abbiamo chiesto in modo chiaro di essere pagati prima di avviare un contratto con una nuova azienda. Questo non è accaduto, ogni tipo di pagamento veniva ritardato di giorno in giorno e quindi ci siamo trovati nella condizione di dover tutelare quello che era l'anticipo economico, non piccolo, che la nostra azienda aveva fatto per tenere in piedi Miss Italia e abbiamo chiesto al giudice che venissero sequestrati i beni in capo alla società per tutelare il nostro debito. Abbiamo fatto un'azione civile che dopo un anno è sfociata in un'udienza, l'8 luglio a Roma, e per cui aspettiamo l'esito da parte della Magistratura, perché ci sia una tutela del nostro debito. Miren deve saldare il debito. Naturalmente il sequestro che stiamo chiedendo è un sequestro a 360 gradi che va in tutte le direzioni, riguarda tutto quello che è di proprietà della società Miren".

Patrizia Mirigliani l'ha incontrata o sentita?
"No. Ha risposto solo attraverso il suo legale a un articolo di TvBlog in cui si parlava di questo contenzioso, ma che riporta inesattezze. Da quello che dice è come se la Miren avesse agito nei nostri confronti per avere la restituzione dei titoli di pagamento che erano stati dati a noi per saldarci. Su questo mi viene da sorridere, è come se io lasciassi alla persona dove vado a comprare l'autovettura degli assegni e poi lo querelo perché gli assegni siccome non li posso pagare deve restituirli. E' un paradosso. Diciamo che è stata una mossa di comunicazione per mettere un po' di movimento intorno a questa cosa, che confondesse le idee e che potesse ancora una volta cercare di tutelare il marchio Miss Italia".

Che ora rischia di non tornare in tv...
"A essere sincero mi dispiacerebbe se Miss Italia non andasse in onda da nessuna parte, perché significherebbe veder allontanato il saldo del debito che hanno nei miei confronti. E mi dispiacerebbe anche che il concorso, soprattutto in un anno così importante, non avesse un momento di gloria e di festeggiamento adatto. Parliamo comunque del concorso più longevo della storia del nostro Paese e ritengo che sia giusto che qualcuno lo prenda in carico. Naturalmente arrivare agli 80 anni senza macchie e senza debiti sarebbe più bello".

La sentenza per quando è prevista?
"Entro l'estate, ma non dipende da noi. Dipende dai tempi del tribunale di Roma, che confidiamo siano brevi. Speriamo di arrivare ad agosto con una sentenza definitiva che ci mette nelle condizioni di rientrare degli esborsi fatti".

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In nome e per conto della società Miren S.r.l. in relazione all’articolo da Voi pubblicato dal titolo “I debiti di Miss Italia con l’ex produzione tv: “Ci deve oltre 1 milione e 300 mila euro” e reperibile al link https://www.today.it/media/tv/miss-italia-debiti-mirigliani-russolillo.html mi corre l’obbligo di precisare alcune circostanze non veritiere ivi erroneamente riportate.

In particolare, l’intervista al Sig. Vincenzo Russolillo legale rappresentante del Consorzio Gruppo Eventi, nei confronti del quale ci si riserva di agire in ogni sede giudiziaria, contiene affermazioni subdole e non corrispondenti al vero che devono necessariamente essere rettificate come segue:

1)      Il contenzioso in essere con il Consorzio Gruppo Eventi non riguarda la società Miss Italia S.r.l., ma Miren S.r.l. che è altra e diversa società; dunque, il titolo dell’articolo in questione “I debiti di Miss Italia con l’ex produzione tv” rappresenta una informazione falsa e lesiva dell’immagine e della reputazione commerciale della società Miss Italia S.r.l..

2)      Il contenzioso è stato attivato dinanzi al Tribunale di Roma nient’affatto dal Consorzio Gruppo Eventi, ma proprio dalla Miren S.r.l., sia per vedere determinata dal giudice l’effettiva entità ed esigibilità del credito preteso dal primo, sia per ottenere la dovuta restituzione dei titoli di credito (nella specie, assegni bancari) rilasciati a garanzia del debito sulla produzione televisiva relativa al 2016 oggi interamente saldato;

3) Il credito preteso dal Consorzio Gruppo Eventi nei confronti di Miren S.r.l. è stato contestato in sede giudiziaria da quest’ultima, in quanto ritenuto erroneamente quantificato ed è proprio per tali ragioni che in Tribunale verrà accertato dal giudice l’importo realmente dovuto;

4) Miren S.r.l., in virtù dell’inadempimento del Consorzio Gruppo Eventi all’obbligo di restituzione in suo favore dei titoli bancari rilasciati a garanzia del debito relativo alla produzione televisiva dell’edizione 2016 ha deliberatamente sospeso il pagamento di quanto dovuto in relazione alla produzione televisiva dell’edizione del 2017. I pagamenti procederanno regolarmente, come dichiarato anche in sede giudiziaria, non appena il Consorzio Gruppo Eventi provvederà a consegnare a Miren S.r.l. i titoli bancari ancora indebitamente trattenuti.

5)   In virtù di quanto sopra, è stata proprio Miren S.r.l. ad attivare l’iniziativa giudiziaria nei confronti del Consorzio Gruppo Eventi ed a richiedere per prima al Tribunale l’emissione di un sequestro nei confronti del Consorzio Gruppo Eventi di fronte alla sua persistente ritenzione dei titoli di credito sopradetti (la cui restituzione costituisce ovviamente condizione per ogni pagamento del credito preteso).

6) Non sono previste sentenze entro l’estate corrente; il giudizio di merito dinanzi al Tribunale di Roma che intercorre tra Miren S.r.l. e il Consorzio Gruppo Eventi deve ancora affrontare la sua fase istruttoria e, a differenza di quanto riportato nel Vostro articolo, per conoscere l’esito del giudizio occorrerà attendere qualche anno.

Dalle circostanze di fatto così precisate, si evidenzia l’intento del soggetto intervistato di gettare discredito sull’immagine di altri soggetti diversi dalla Miren S.r.l. (Miss Italia S.r.l. e la Sig.ra Mirigliani) per scopi che nulla hanno a che vedere con il contenzioso in corso, come tutte le persone che parlano con il predetto soggetto sanno e hanno riferito. Anche per tali ragioni, i soggetti ingiustamente coinvolti e menzionati nell’articolo agiranno nei suoi confronti in tutte le sedi giudiziarie a tutela dei loro diritti per far cessare e sanzionare queste affermazioni lesive.

Prof. Avv. Pieremilio Sammarco

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Vuoi rinnovare casa? Ecco i consigli per darle un nuovo look spendendo poco

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 19 al 25 agosto 2019

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi giovedì 22 agosto 2019: numeri vincenti

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

Torna su
Today è in caricamento