Domenica, 18 Aprile 2021

Raffaele Morelli: “Le donne si preoccupino se gli uomini non le guardano”. Ed è lite con Michela Murgia

Duro scontro verbale tra lo psichiatra e la scrittrice nel corso del programma radiofonico di Radio Capital

Raffaele Morelli e Michela Murgia

Botta e risposta furente, con tanto di telefono sbattuto in faccia in diretta radiofonica, tra lo psichiatra Raffaele Morelli e la scrittrice Michela Murgia. L’accesa discussione è nata quando la conduttrice del programma di Radio Capital ha chiesto a Morelli di fare chiarezza sull’affermazione da lui resa nel corso del suo intervento a Rtl 102.5 nello ‘Spazio psicologia’, dov’è stato interpellato per dire la sua in merito all’aforisma di Françoise Sagan condiviso su Twitter e giudicato sessista da molti utenti (“Un vestito non ha senso a meno che ispiri gli uomini a volertelo togliere di dosso”).

“Se una donna esce di casa e gli uomini non le mettono gli occhi addosso deve preoccuparsi, perché vuol dire che il suo femminile non è in primo piano”, ha commentato il noto psichiatra partendo dalla frase scritta nel tweet, “Puoi fare l’avvocato o il magistrato e ottenere tutto il successo che vuoi, ma il femminile in una donna è la base su cui avviene il processo. Il femminile è il luogo che suscita il desiderio. Le donne lo sanno bene, perché se la donna non si sente a suo agio con un vestito, torna in casa a cambiarselo. La donna è la regina della forma. La donna suscita il desiderio, guai se non fosse così”.

La lite tra Morelli e Murgia

Michela Murgia ha così contattato telefonicamente lo psichiatra Raffaele Morelli nel corso del ‘Tg Zero’ di Radio Capital per chiedere chiarimenti sulle sue parole. “Lei ha detto ‘se una donna esce di casa e gli uomini non le mettono gli occhi addosso deve preoccuparsi’. Cosa intende?”, ha chiesto la conduttrice al noto psichiatra che ha argomentato sostenendo che “il femminile è la radice in una donna: un dato ontologico. Le bambine giocano con le bambole, i bambini no...”. Ferma l’opposizione della scrittrice: “Magari non giocano con le bambole perché non gliele diamo”, la controbattuta a cui ha fato seguito il rimbrotto dello psichiatra e, dunque, lo scontro definitivo. “Tu sei qui per farmi domande cretine? …. Zitta, zitta: zitta e ascolta”, il monito di Morelli a Murgia: “Non sta facendo un comizio, le stiamo facendo delle domande…”. Domande che hanno smesso di essere poste quando Morelli, ormai arrabbiatissimo, ha interrotto all’improvviso la telefonata.

(Di seguito la telefonata condivisa su Facebook da Michela Murgia)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffaele Morelli: “Le donne si preoccupino se gli uomini non le guardano”. Ed è lite con Michela Murgia

Today è in caricamento