rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
show

Morgan vs Roberta Bruzzone, scontro social dopo Ballando con le stelle

Il concorrente replica all'opinionista del programma con un lungo messaggio relativo al tema del ghosting affrontato in diretta tv

Morgan torna a far parlare di sé per ragioni che solo marginalmente riguardano il suo percorso nella gara a Ballando con le stelle. Chiusa la parentesi litigiosa con Selvaggia Lucarelli, adesso il cantante prestato alla danza indirizza a Roberta Bruzzone un messaggio social in risposta al suo commento sul monologo tenuto prima della sua esibizione.

Prima della performance nella puntata di sabato 27 novembre, Morgan ha parlato di ghosting, ovvero del comportamento di chi decide di interrompere bruscamente una relazione sentimentale scomparendo dalla vita del partner senza dare spiegazioni:  “Dobbiamo capire il dolore di quando una persona viene lasciata. Quando veniva a mancare una persona ero il nulla. Oggi il ghosting vuol dire che non esistono parole e sguardi, che si fanno i blocchi e che si impedisce alla persona di esprimere la parola. Le ripercussioni sono danni fisici. Il ghosting fa mancare il fiato perché non puoi più parlare con quella persona, è una goccia che ti scava. Quando si dice ti amo, anche se non lo si prova più, non bisogna dimenticare quello che si è provato, non bisogna buttare tutto nella pattumiera, l’uso di questo amore è avere rispetto della persona a cui si è detto ti amo”.

Il commento di Roberta Bruzzone e la replica di Morgan

Le parole di Morgan, probabilmente rivolte alla ex che lo ha accusato di stalking, sono state tema di un post social da parte della criminologa e opinionista di Ballando: “La sofferenza per essere stati lasciati non legittima la persecuzione di chi ha deciso di non voler avere più nulla a che fare con voi/noi. Ci sono ottimi professionisti per non diventare stalker o peggio”, ha scritto Bruzzone a cui, a stretto giro, si è rivolto il cantante in un lungo intervento.

Dopo averla ringraziata per non aver alimentato la polemica in diretta televisiva, Morgan ha aggiunto che “una criminologa dovrebbe sapere che” il ghosting “riguarda soprattutto i più giovani ed è alle radici delle loro sofferenze, del loro mal di vivere”,  invitando coloro che si approcciano al tema ad avere “sensibilità culturale e sociale”, così da non “incasinare un terreno dagli allarmanti e numerosi aspetti critici”.

“Invito a non impostare una discussione all’attacco, con post che animano litigi e contrapposizioni. Io sabato ho proposto con delicatezza, poeticità, umiltà e commozione un passaggio televisivo culturalmente utile. Le consiglio di riflettere responsabilmente e, per non rischiare di generare una inutile rissa tv, di approfondire l’argomento, se non le è familiare”, ha scritto ancora Morgan riferendosi all’argomento delicato che non può diventare strumento di polemica: “È spinoso e se lo si tratta senza l’empatia effettiva e culturale che richiede si creano contrapposizioni. Pregiudizi da cui risulta che, anziché aiutare le vittime di ghosting, si acutizzano le loro drammatiche e laceranti sofferenze”.

Roberta Bruzzone, al momento, non ha commentato le dichiarazioni di Morgan. È da vedere se preferirà passare oltre definitivamente o tornare sull’argomento il prossimo sabato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morgan vs Roberta Bruzzone, scontro social dopo Ballando con le stelle

Today è in caricamento