Martedì, 20 Aprile 2021

Zelig ricorda John Peter Sloan: “Doveva partecipare alla Covid Edition. Ci mancherà moltissimo”

Il direttore artistico di Zelig ha ricordato l'insegnante d'inglese scomparso oggi a 51 anni

John Peter Sloan

C’è grande rammarico per la scomparsa improvvisa di di John Peter Sloan, l’insegnante di inglese più famoso d’Italia che grazie al suo talento e alla sua ironia, aveva fatto breccia nelle simpatie del pubblico anche come cantante, attore teatrale e scrittore di libri.

Nella sua carriera anche l’esperienza nel programma televisivo Zelig che oggi, attraverso le parole del direttore artistico Giancarlo Bozzo, lo ricorda con affetto: “Un uomo davvero simpatico, entusiasta della vita e dei rapporti umani. Dal punto di vista artistico ha coniato questa capacità di insegnare in allegria, cosa che sarebbe utile alla scuola italiana. Ci mancherà moltissimo, già da adesso. Tutto lo staff di Zelig è vicino alla famiglia".

John Peter Sloan contattato per lo 'Zelig Covid Edition'

John Peter Sloan aveva portato in scena al teatro Zelig i suoi spettacoli educativi in lingua inglese. La sua ultima volta al teatro di viale Monza di Milano era stata nel 2019. Il 30 maggio Claudio Bisio e Vanessa Incontrada saliranno sul palco virtuale di 'Zelig Covid Edition', maratona benefica organizzata per dare risalto alla situazione precaria degli artisti a seguito dell’emergenza coronavirus. E anche John Peter Sloan avrebbe dovuto prenderne parte. "Lo avevo contattato proprio per partecipare allo Zelig Covid Edition, la maratona con 300 artisti con Claudio Bisio e Vanessa Incontrada, che si terrà sabato 30 maggio, avrebbe dovuto partecipare", ha spiegato Bozzo.   

Chi era John Peter Sloan

Come ricostruisce MilanoToday, Joan, di padre irlandese e madre inglese, a 16 anni lascia Birmingham e viaggia per l’Europa come cantante e chitarrista. Fonda un gruppo rock, i The Max, dei quali è il frontman. La band rimane attiva fino al 2000, quando nasce sua figlia, Dhalissia.

allora si dedica in Italia all’insegnamento della lingua inglese, per la quale propone un proprio metodo, nel quale gioca un ruolo determinante la componente ludica. Nel 2007 diventa noto al pubblico milanese per alcuni spettacoli educativi in lingua inglese portati in scena al teatro Zelig, nell’ambito della rassegna Zelig in English. Successivamente scrive diversi spettacoli teatrali che lo vedono protagonista e regista, rivolti a studenti, stranieri che vivono in Italia o amanti della lingua inglese.

Gli spettacoli ottengono un buon successo: Culture Shock, An Englishman in Italy, Full Moon, spettacolo di dark comedy e Instant English. Sloan è affiancato da un cast di attori comici inglesi e italiani. Interpreta inoltre il monologo in inglese Defending the Caveman di Rob Becker per il pubblico italiano. Scrive e interpreta il monologo I am not a Penguin, rappresentato nei maggiori teatri italiani.

Un’altra chiave didattica è quella dell’insegnamento attraverso articoli-lezioni in vena umoristica, pubblicate da Speak Up e dal settimanale Diva e Donna; inoltre insegna attraverso la pubblicazione di podcast gratuiti e l’applicazione English Now.

Il libro Instant English (2010) vende oltre 300.000 copie diventando il manuale di inglese più venduto in Italia, ripubblicato con successo anche in Francia, Germania, Spagna, Polonia e Brasile. John Peter diventa un caso editoriale. Per questo seguono altri quattro libri sempre di successo: English in viaggio (2011), edizioni Gribaudo, che si propone come manuale pratico e veloce per cavarsela in vacanza all’estero; Instant English 2 (2011), edizioni Gribaudo; anche nella versione Instant English 2 for Spain; Lost in Italy (2013), Mondadori; English al Lavoro (2013), Mondadori.

Collabora con il gruppo la Repubblica e l’Espresso, con il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport. È ospite di trasmissioni televisive - Geppi Hour, Andata e ritorno, Glob – L’osceno del villaggio, Report condotto, Quelli che il calcio, Zelig Off, La Scimmia, Amici di Maria De Filippi, Zelig Circus, Cristina Parodi Live, Le invasioni barbariche, Verissimo, Mattino Cinque, La vita in diretta. Insomma dovunque ci fosse bisogno di una personalità divertente e brillante, John Peter Sloan dava il suo contributo.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zelig ricorda John Peter Sloan: “Doveva partecipare alla Covid Edition. Ci mancherà moltissimo”

Today è in caricamento