rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Tv

I collaboratori contro Myrta Merlino, le accuse: "Ha comportamenti incivili e maleducati"

La conduttrice di L'aria che tira è stata accusata dai lavoratori del programma di influenzare "la possibilità di prolungare contratti"

Non tira una buona aria intorno a Myrta Merlino e al suo programma su La7. Contro la conduttrice sarebbe stato redatto un comunicato dalla Rsu La7 in cui vengono denunciati i "comportamenti incivili e maleducati" della giornalista ed anche il suo influenzare "la possibilità di prolungare contratti di personale specializzato" e il condizionamento delle "turnazioni del personale interno con motivazioni che non possono essere considerate né di tipo professionale e né di tipo etico". A riportare il retroscena è Fanpage.

Accuse pesanti e importanti che Dagospia ha voluto rendere più concrete raccontando alcuni degli episodi ai quali i collaboratori di Merlino sarebbero stati costretti a prendere parte. Qualcuno sembrerebbe aver riferito che solo "pochi giorni fa, arrivata in studio, tutta infreddolita, la vispa Myrta abbia chiesto a uno degli assistenti di studio di riscaldarle la testa con un phon, salvo poi dare in escandescenza accusando il malcapitato di scompigliarle l’acconciatura". Secondo Dago Myrta si sarebbe resa protagonista di numerose sfuriate e durante una di queste avrebbe esclamato ai suoi collaboratori: "Siete a mia disposizione 24 ore su 24!".

Secondo quanto riportato nella Dagonews chi lavora per L'aria che tira avrebbe anche svolto ruoli non attinenti alle proprie mansioni: "C’è chi ha dovuto persino prenotare la ceretta alla Merlino e chi doveva portarle i vestiti in tintoria o i cani dal veterinario". Poi riporta anche il suo presunto orario di lavoro, il programma va in onda alle 11 e lei arriverebbe alle "10-10.30 e tu devi spiegarle la puntata mentre si lava i capelli e qualcuno le deve spalmare la crema ai piedi".

L'evento che però avrebbe causato la scrittura di un nuovo comunicato da parte del sindacato (era già successo nel 2015, come era stato raccontato dal Fatto Quotidiano e in cui i giornalisti e i tecnici di L'aria che tira denunciarono i medesimi atteggiamenti della conduttrice) sarebbe stato "il mancato rinnovo del contratto dell'assistente di studio, non particolarmente simpatico alla conduttrice".

Il comunicato sindacale della RSU

"La RSU, nell’incontro sindacale del 30 novembre, riporta all’Azienda le numerosissime segnalazioni pervenute da parte dei lavoratori sull’atteggiamento della giornalista Myrta Merlino conduttrice del programma L’Aria che Tira", si legge nella nota.

E ancora: "Il volto di rete frequentemente adotta nei confronti dei colleghi e del personale in appalto comportamenti incivili e maleducati; influenza la possibilità di prolungare contratti di personale specializzato che lavora professionalmente nella nostra azienda e, condiziona le turnazioni del personale interno con motivazioni che non possono essere considerate né di tipo professionale e né di tipo etico".

'La RSU esprime la sua ferma contrarietà nei confronti del comportamento della conduttrice ed auspica che dopo questa formale segnalazione vengano finalmente adottate le necessarie misure da parte dei vertici aziendali al fine di ripristinare il corretto rapporto individuo - Azienda e di ristabilire il giusto clima lavorativo, ad oggi deteriorato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I collaboratori contro Myrta Merlino, le accuse: "Ha comportamenti incivili e maleducati"

Today è in caricamento