Lunedì, 2 Agosto 2021
il racconto del giornalista

Nicola Tanturli, i dubbi a 'Chi l'ha visto?': "Il bambino era pulito, anche se è stato due notti nel bosco, ed era seminudo”

Diversi gli elementi da chiarire sulla scomparsa del bambino nel Mugello, ritrovato dal giornalista Giuseppe Di Tommaso. Tra le stranezze i sandali indossati di notte

Giuseppe Di Tommaso e l'inviato di 'Chi l'ha visto?'

Diversi gli elementi da chiarire sulla scomparsa del bambino nel Mugello, ritrovato dal giornalista Giuseppe Di Tommaso. Tra le stranezze i sandali indossati di notte

Disperso per due notti nelle campagne dell'Alto Mugello. Nicola Tanturli, il bambino di 21 mesi che lunedì si era allontanato dal casolare in cui vive con i genitori, è stato ritrovato vivo dal giornalista Giuseppe Di Tommaso, inviato de 'La Vita in Diretta' che si trovava sul posto per occuparsi del caso. Un lieto fine inaspettato, che però apre la strada a diversi dubbi.

Gli elementi da chiarire non mancano in questa vicenda e ieri sera 'Chi l'ha visto?' ha provato a fare luce su alcune stranezze. Nicola è stato ritrovato con i sandali ai piedi, ma come è possibile che un bambino di un anno e mezzo, di notte, infila le scarpe ed esce da solo? E non aveva né i pantaloni né le mutandine. "I bambini a quell'età fanno tante stranezze" ha fatto notare Federica Sciarelli, ma a colpire maggiormente sono le condizioni in cui è stato ritrovato Nicola. Il giornalista ha sentito dei lamenti e ha avuto l'intuito di cercare in quel dirupo, dove il bimbo era da ore: "Era pulitissimo - ha raccontato Di Tommaso in collegamento con lo studio - anche se è stato due notti nel bosco, ed era seminudo". Nessuna traccia di pipì né altro: "Avrà fatto i bisogni da qualche parte? - si è chiesta ancora la conduttrice - Come faceva ad essere così pulito senza tracce di pipì o cacca?".

L'allarme dato dopo 9 ore

Giuseppina e Leonardo, i genitori di Nicola, si sono accorti della sua scomparsa dopo cena. Il bambino si era addormentato nel suo letto intorno alle 19 e qualche ora dopo, quando si affacciano nella stanza per controllare, non c'era più. L'allarme ai carabinieri, però, viene dato la mattina, 9 ore dopo. Questa la spiegazione del papà: "Mentre lo cercavamo la prima notte lo abbiamo sentito piangere a poche centinaia di metri, speravamo di trovarlo. Abbiamo fatto un errore a non dare subito l'allarme". Dalle prime ricostruzioni dei carabinieri il bambino si sarebbe allontanato da solo e dopo essersi perso avrebbe iniziato a vagare nei boschi. Escluse al momento altre ipotesi. La Procura di Firenze ha comunque aperto un'inchiesta, senza indagati, e fa sapere che sono in corso gli accertamenti preliminari.

Nicola Tanturli: cos'è successo al bimbo scomparso e poi ritrovato quasi a 3 km da casa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nicola Tanturli, i dubbi a 'Chi l'ha visto?': "Il bambino era pulito, anche se è stato due notti nel bosco, ed era seminudo”

Today è in caricamento