Domenica, 28 Febbraio 2021

Paolo Bonolis a favore del lockdown totale: “Necessario purché accompagnato da aiuti adeguati”

Imtervistato da Massimo Giletti nel programma radiofonico di Rtl 102.5, il conduttore ha espresso il suo parere sulla delicata situazione dettata dall'emergenza sanitaria

Paolo Bonolis

Ospite dei "trecento secondi" del programma radiofonico di Rtl 102.5 di oggi, venerdì 13 novembre, è stato Paolo Bonolis, che, come raccontato da Massimo Giletti conduttore insieme a Luigi Santarelli, continua a "portare un sorriso tramite il suo lavoro in televisione in un periodo in cui c'è grande bisogno di leggerezza".

Il suo ritorno in tv, a partire da gennaio su Canale 5, con la trasmissione ‘Avanti un altro’, ma anche la delicata situazione dettata dall’emergenza sanitaria sono stati gli argomenti trattati dallo showman che ha detto la sua anche sull'ipotesi di un lockdown generalizzato, "nessario ha spiegato - se accompagnato con degli aiuti adeguati ai settori che soffriranno la chiusura, sarebbe necessario".

“Credo che il lockdown totale con i giusti ritorni a chi rinuncerà economicamente sia necessario per fermare questa virulenza, ma deve essere una scelta in cui il tempo, una volta fermato, non vada sprecato”, ha affermato: “Tracciamento completo della popolazione, chiusura delle frontiere, ad esempio, perché se si continua un po’ a casaccio, diventa tutto sgangherato, va presa una decisione. Non c’è un’organizzazione superiore anche agli Stati in una situazione come questa, che prenda delle decisioni che valgano per tutti, in base alla necessità del momento. Ognuno si adopera in base alle proprie necessità e questo crea un disequilibrio, quello che manca è un baricentro”.

Paolo Bonolis: “Flavio Briatore grande untore? Siamo seri. Noi stiamo tutti bene” 

Paolo Bonolis torna in tv: "Sorridere fa vivere meglio, noi offriamo questo prodotto"

Insieme a Massimo Giletti Paolo Bonolis ha commentato anche l’imminente nuova stagione di ‘Avanti un altro’ che al pubblico regalerà spensieratezza in un momento così complicato. Come si approccia il conduttore al suo lavoro?  “Con la serenità della propria coscienza”, ha affermato Bonolis: “La possibilità di far divertire con leggerezza, senza ipocrisia, penso sia un acceleratore di endorfine che è una delle terapie migliori per continuare in questo nostro percorso esistenziale, forse più delle medicine. Sorridere, star bene e staccarsi dalla seriosità del quotidiano ti permette di vivere meglio e noi ti offriamo questo prodotto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Bonolis a favore del lockdown totale: “Necessario purché accompagnato da aiuti adeguati”

Today è in caricamento