Martedì, 3 Agosto 2021
Tv

Caso Pipitone, Piera Maggio furiosa scrive a Gianluigi Nuzzi: "Squallore vergognoso"

Un messaggio durissimo di una donna stremata, tutti sono tornati a parlare di lei e della scomparsa di Denise. In particolare Maggio ha accusato Carmelo Abbate di averla definita "frivola"

Piera Maggio con una foto della sua bambina. Foto ANSA

Denise Pipitone, Piera Maggio, Jessica Pulizzi, Anna Corona sono loro le protagoniste indiscusse ormai da settimane della tv italiana. Ogni programma è tornato a parlare del caso della scomparsa della piccola Denise, anche perché le indagini sono state riaperte. Ogni giorno si parla di indiscrezioni, nuovi indizi e vecchie tracce seguite male o in modo approssimativo. Ieri sera a Quarto Grado Gianluigi Nuzzi ha aperto la pagina Pipitone. In studio, come sempre, alcuni ospiti tra cui Carmelo Abbate da sempre sostenitore dell'innocenza e del non coinvolgimento di Jessica Pulizzi e Anna Corona.

Piera Maggio tuona: "Non è bello sentire in tv che Denise è mamma e io nonna, chiedo rispetto

Il messaggio di Piera Maggio a Carmelo Abbate

Piera Maggio si è sentita così offesa dalle parole spese da Abbate che ha voluto mandare un messaggio al conduttore, Nuzzi.

Inizia così il lo sfogo della madre che dal 2004 lotta per trovare sua figlia: "Signor Nuzzi, ma a lei le pare onesto il comportamento schifoso usato nei miei confronti dal suo collega Abbate? E lei che lo fa parlare con tutta tranquillità. Ma come vi sentite a far denigrare una madre a cui le è stata rapita una bambina, cercando di giustificare la violenza. Ma cosa ne sapete di me, come vi permettete a giudicarmi e a farmi giudicare pubblicamente senza sapere". E poi continua così: "Ma secondo il suo parere di padre e di genitore, se questo venisse fatto ad una persona a lei cara, lei lo accetterebbe? Tutto questo è di uno squallore vergognoso. Non sapete nulla realmente della mia vita e mi fate passare per una donna frivola leggera e senza sentimenti. Vergogna no? Cordiali saluti. Piera Maggio".

Piera Maggio ha deciso di condividere su Facebook lo screen del messaggio inviato su WhatsApp al conduttore. 

Le parole di Maggio si riferiscono a delle frasi usate da Abbate durante il programma, in particolare quando stava spiegando perché secondo lui Jessica Pulizzi non avrebbe avuto alcun movente nel far scomparire Denise: 

Scusate un attimo, cosa doveva pensare Jessica, vedendo il padre imboscato con un’altra donna? Il paese mormora, lui giura di non avere un’amante, ma questa donna resta incinta. Jessica cosa doveva pensare della donna che viene indicata che le ha rubato il padre? Stiamo parlando di una ragazzina, cosa può provare?".

La risposta di Carmelo Abbate a Piera Maggio

Il giornalista su Twitter ha risposto a Piera Maggio, affermando di non averla mai definita frivola. Per avvalorare la sua risposta, ha condiviso anche un video con la parte della trasmissione in cui fa un riassunto di come la relazione fuori dal matrimonio di Maggio e Pulizzi potrebbe aver provato Jessica. "Mi sfugge il passaggio dove avrei definito “frivola” la signora Piera maggio, mi sfugge dove avrei “denigrato”, “giudicato” o pronunciato qualsiasi tipo di offesa all’indirizzo della signora Piera Maggio. Ho riportato quanto scritto in sentenza" scrive in un tweet. E ancora: "Ho riportato fedelmente l’analisi del movente in capo a Jessica che fa la Corte d’Assise d’Appello di Palermo. L’origine degli “inequivocabili sentimenti di rabbia e di odio nutriti verso la Maggio”. Io leggo gli atti del processo, non esprimo giudizi morali".

tweet-abbate

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pipitone, Piera Maggio furiosa scrive a Gianluigi Nuzzi: "Squallore vergognoso"

Today è in caricamento