rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
il documento

Rai, firmato il Memorandum per garantire pari presenza di uomini e donne nei talk show

Il documento impegna la Rai affinché nei dibattiti e nei talk show sia assicurata una pari presenza di uomini e donne

Nella sede di Viale Mazzini a Roma è stato firmato il Memorandum d'Intesa 'No Women No Panel' che impegna la Rai affinché nei dibattiti e nei talk show sia assicurata una pari presenza di uomini e donne. Il documento è stato sottoscritto dalla ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, dalla presidente Rai, Marinella Soldi, e dai rappresentanti del Cnel, dell'Upi, dell'Anci, della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, del Cnr, dell'Accademia dei Lincei e della rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

"Un'iniziativa di dirompente portata perché accade in un momento particolare per il Paese", sottolinea la ministra Bonetti, dicendosi "grata alla Rai per essere il capofila di questa nuova alleanza. Il valore straordinario di questa campagna sta nell'aver dato una parola chiara a quella scelta costituzionale promossa dal Presidente Mattarella di costituire uno spazio concreto che metta in campo tutta la cittadinanza. Una democrazia - sottolinea - non può essere definita tale se non vengono raccontate le storie delle donne". Bonetti ricorda anche il "ruolo straordinario, educativo, che la comunicazione può svolgere, certificando la necessità di una presenza femminile accanto a quella maschile. La scoperta straordinaria è che le donne ci sono e va riconosciuto il talento femminile, non farlo significa penalizzare la nostra società".

"È un'occasione talmente importante, ben sviluppata e accolta da tante istituzioni che era un privilegio parlare di questi temi. Anche l'ad Carlo Fuortes, che non è presente qui, è favorevole e sostiene questa iniziativa", dice la presidente Soldi, spiegando che "stiamo sottoscrivendo un impegno abbastanza semplice, affinché in ciascun dibattito o talk ci sia equa presenza di uomini e donne che rappresentano la nostra società. Il nostro paese è al 14mo posto nella classifica europea per parità di genere. Inoltre per un terzo degli italiani il lavoro e la competenza sono più importanti per gli uomini che per le donne, e questi sono dati Istat. Cambiare non è facile, ma dobbiamo vincere anche la forza dell'abitudine e fare lo sforzo di cambiare, e porre fine al fenomeno del 'manel', per cui nei talk show ci sono per lo più uomini. La presenza femminile nella programmazione Rai è al 37% e le donne vengono chiamate per lo più a parlare delle storie personali, meno delle loro competenze. Come Servizio Pubblico abbiamo la responsabilità di proporre modelli nuovi, anche al femminile". 

Marinella Soldi conclude ricordando che oggi "il Parlamento Europeo ha votato per eleggere il nuovo presidente dopo la prematura scomparsa di David Sassoli. E' stata eletta una presidente, Roberta Metsola, e sono certa che Sassoli avrebbe apprezzato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rai, firmato il Memorandum per garantire pari presenza di uomini e donne nei talk show

Today è in caricamento