Martedì, 21 Settembre 2021
Tv

Rosy Abate, che gaffe: il numero di telefono inquadrato è vero, coppia presa d'assalto

L'intestatario del numero, un uomo di Domodossola, ha ricevuto minacce e insulti per tutta la notte dopo la prima puntata della fiction

Giulia Michelini protagonista della fiction "Rosy Abate"

Brutta sorpresa per un 38enne di Domodossola dopo la prima puntata di "Rosy Abate". In una scena della fiction, un criminale lasciava un bigliettino alla protagonista con un numero di telefono, e c'è chi quel numero lo ha chiamato davvero. Una, due, tre, decine di volte, per tutta la notte. Dall'altra parte, ovviamente, non c'era Rosy Abate, ma l'ignaro uomo e sua moglie, travolti da insulti e minacce.

A raccontare la disavventura della coppia La Stampa, che ha intervistato gli sfortunati protagonisti. "Quel numero esiste ed è di mio marito - ha spiegato la donna - Da ieri sera persone sconosciute ci stanno tempestando di telefonate, fino alle 4 di notte e di nuovo stamattina, per chiederci se siamo parenti di Rosy Abate. Qualcuno ci dà dei mafiosi e c'è chi ci ha perfino minacciato". 

"Come puoi pensare che un numero dato in tv in una fiction corrisponda a qualcuno di reale, e pensare di chiamare davvero quel qualcuno, per insultarlo e dirgli che è un mafioso?", ha tuonato la donna, che condanna anche la produzione della fiction: "Non è possibile che una produzione tv non controlli se i numeri sono veri. La nostra privacy è stata violata. Mio marito è siciliano di origine, ma noi con la mafia non c'entriamo niente, siamo mica matti". 

La coppia è pronta a denunciare la vicenda alle forze dell'ordine. Oltre alla rabbia, è tanta anche la paura: "Chissà mai che qualche squilibrato, scoprendo dal numero la nostra residenza, non pensi di presentarsi sotto casa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rosy Abate, che gaffe: il numero di telefono inquadrato è vero, coppia presa d'assalto

Today è in caricamento