rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Programmazione speciale

Sciopero in Rai: i programmi che non vanno in onda il 29 dicembre

La programmazione Rai subisce delle importanti modifiche

Oggi, 29 dicembre, l'Usigrai ha indetto uno sciopero contro i tagli all'informazione del servizio pubblico. Anche i giornalisti hanno aderito allo sciopero e per questo alcuni programmi non andranno in onda come ad esempio Uno Mattina e La vita in diretta. 

Sciopero in Rai: i programmi del mattino che saltano

Oltre al già annunciato Uno Mattina, al cui posto andrà in onda "Il meglio di UnoMattina", seguirà "Storie Italiane" di  Eleonora Daniele. Confermati "È sempre Mezzogiorno" con Antonella Clerici e il Tg1, ma quest'ultimo sarà in forma ridotta: arà spazio solo alle informazioni più importanti.

Grande assente La vita in diretta

Dalle 14 in poi al posto di "Oggi è un altro giorno" ci sarà il film animato Aladdin che coprirà anche lo spazio de "Il Paradiso delle Signore".

La vita in diretta tornerà live da gennaio 2022, Alberto Matano infatti oggi non andrà in onda e per domani, 30 dicembre, era già in programma Il meglio de La vita in diretta. Oggi, al posto di Matano andrà in onda la replica di Tale e Quale Show Il Torneo, dopo il quale andrà in onda Flavio Insinna con "L'Eredità".

Le motivazioni dello sciopero

"Domani le giornaliste e i giornalisti della Rai, delle testate delle reti, saranno in sciopero" a confermarlo è stato il segretario dell'Usigrai, Daniele Macheda. "Restano - ha affermato - i tagli lineari all'informazione di servizio pubblico, decisi dal vertice aziendale, senza un piano industriale, senza un progetto e senza alcun confronto. L'amministratore delegato che ha cancellato edizioni dei telegiornali della Tgr e dello Sport, con la giustificazione degli ascolti, solo un mese fa aveva detto invece alla Commissione di Vigilanza che il servizio Pubblico non insegue lo share come unico parametro di successo. Noi chiediamo che questo vertice smetta la logica dei tagli e avvii un confronto serio e leale con i sindacati", aggiunge. "Il metodo da seguire deve essere quello di aggredire gli sprechi invece di ridurre il servizio ai cittadini. Risparmiare su appalti e contratti strapagati e valorizzare il personale interno. Il prossimo anno si dovrà rinnovare il contratto di servizio e solo un piano industriale ed editoriale frutto di una piena e reale consultazione con le parti sociali ne potrà garantire l'attuazione nell'interesse del Paese" ha concluso il segretario Dell'Usigra.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero in Rai: i programmi che non vanno in onda il 29 dicembre

Today è in caricamento