Giovedì, 3 Dicembre 2020
Cambio al bancone

Sergio Friscia a Striscia al posto di Picone: "Mi ha chiamato Ricci, non ci credevo"

Il comico del duo siciliano è in isolamento preventivo in attesa del test molecolare che confermi o smentisca la sua positività al coronavirus. "Sta bene e mi ha fatto un grande in bocca al lupo" racconta Friscia a today.it

Sergio Friscia e Ficarra

"In 33 anni di Striscia sono l'unico che ha il cognome che fa rima con il programma". E infatti il bancone del tg satirico di Antonio Ricci gli calza a pennello. Sergio Friscia ha debuttato martedì 27 ottobre alla conduzione di Striscia la Notizia. Una proposta arrivata dall'oggi al domani, dopo la sospetta positività di Picone - al timone del programma di Canale 5 insieme all'inseparabile Ficarra - ora in isolamento preventivo in attesa del responso del test molecolare.

Sergio Friscia: "Grato ad Antonio Ricci"

"Sono contento e ringrazio Antonio Ricci per questa bellissima opportunità - dichiara Friscia a Today - Mi ha sempre stimato e considerato uno di famiglia, contentissimo del mio Grillo. Ci siamo sentiti e quando mi ha proposto la conduzione per me è stato un grande onore, perché lo stimo molto ed è un maestro della tv". Una responsabilità importante che si prende con gioia: "Non è la prima conduzione televisiva per me, ho fatto 'Mezzogiorno in Famiglia', ma fare Striscia, quando nessuno forse mi vedeva in questo ruolo, è un'opportunità immensa. Sono felice soprattutto per il riscontro del pubblico, che mi ha riempito di affetto come sempre".

"Un regalo di mio padre che non c'è più"

Insomma, cotta e mangiata. "All'improvviso" continua il comico siciliano, che non nasconde la commozione per un dettaglio: "Magari molti non credono, ma io sì. Questa notizia è arrivata nel giorno di quello che sarebbe stato il compleanno di mio papà, che purtroppo non c'è più. Il 26 ottobre. Credo sia stato un suo regalo. Un segno che c'è sempre. Gli ultimi anni li abbiamo passati insieme, mi faceva da road manager e mi accompagnava nelle serate. Sentirlo ancora così vicino mi riempie il cuore".

"Picone sta bene"

Le condizioni di Valentino Picone sono buone e potrebbe tornare presto alla conduzione di Striscia (tampone permettendo). Sergio Friscia lo conferma: "Sta bene. Mi ha fatto un grande in bocca al lupo. Tornerà prestissimo, sta aspettando il risultato definitivo, quello certo. Tra poco arriverà la conferma. È dispiaciuto perché in questi anni abbiamo sempre giocato al contrario, mi diceva 'mandiamo via Ficarra e facciamo Picone e Friscia'. Ci adoriamo alla follia con Valentino". Qualora tornasse è pronto a fare un passo indietro, ma anche pronto a dire nuovamente 'sì' se dovesse arrivare un'altra proposta di Ricci: "Semmai un giorno loro dovessero andare in pensione, visto che sono vecchi e brutti e io giovane e bello - commenta ironico - e se Ricci cerca un conduttore, io sono pronto". Accanto a chi? "Intanto con Valentino perché devo recuperare. Lasciamo a casa Ficarra e mi godo Picone. Possiamo farlo a tre (ride, ndr). A parte gli scherzi, non avevo mai pensato a una cosa del genere e non saprei che ipotesi fare. Se Ricci mi dovesse volere come conduttore, saprà certamente anche con chi farmi fare coppia. Io poi mi trovo con tutti, vado a giocare. L'ho sempre detto, per me è il mestiere più bello del mondo, come se andassi al parco giorchi. Volevo farlo fin da bambino, oggi ci vivo e sono grato".

"Striscia sta sul pezzo e non fa sconti a nessuno"

Nonostante il calo di ascolti degli ultimi anni, Striscia la Notizia resta uno dei programmi cult della tv italiana. "Funzionale" aggiunge Sergio Friscia. "Sta sul pezzo - continua - al passo coi tempi, denuncia senza fare sconti a nessuno ed è super partes. Tiene agli italiani e li mette in guardia dalle truffe. Insomma, è importante che ci sia una trasmissione come questa".

"Antonio Ricci sta bene"

Ricoverato in ospedale due settimane fa, positivo al coronavirus, Antonio Ricci ora è a casa e continua a lavorare. "L'ho sentito ieri dopo la puntata e mi ha detto che era molto contento di come era andata - ci racconta - L'ho sentito con la sua voce pimpante e in forma. Ma chi l'ammazza? Ha la scorza dura. L'ho sentito in forma e sereno. Sicuramente tornerà anche lui a dirigere la baracca dagli studi e non da casa". 

Sergio Friscia: "Mi piacerebbe fare più cinema"

On air, tutte le mattine, su Rds con Anna Pettinelli, un film in uscita con Marco Marzocca, ora la conduzione di Striscia la Notizia. Il 'multitasking' Sergio Friscia. "Mi è sempre piaciuto essere poliedrico, anche se in Italia sembra una malattia - spiega tra le risate - Ho sempre cercato di spaziare, di completarmi. Mi piace sperimentarmi e mettermi alla prova". Nel cinema, però, ha più difficoltà: "È la cosa che ho fatto di meno, ma perché me l'hanno fatta fare di meno. Il pubblico si adatta e ti segue sempre, gli addetti ai lavori invece hanno un po' la puzzetta sotto il naso e mettono le etichette di comico, drammatico, televisivo, teatrale. Il sogno nel cassetto è un film da protagonista, magari anche il cinema di un certo tipo, dove finora mi hanno un po' snobbato perché mi vedono solo come comico".

10 minuti con Sergio Friscia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sergio Friscia a Striscia al posto di Picone: "Mi ha chiamato Ricci, non ci credevo"

Today è in caricamento