Giovedì, 28 Ottobre 2021
sfida tv

Alberto Angela e il "diktat" su Maria De Filippi: spunta il retroscena

L'idea era di collocare al sabato sera i programmi di Rai 1 contro il gigante di Canale 5

Meraviglie e Ulisse sono due programmi di punta del palinsesto di Rai1 che punta sull’affascinante capacità divulgativa di Alberto Angela per attirare milioni di telespettatori e, magari, pure per frenare la concorrenza di Canale 5. Secondo quanto riportato dal settimanale Oggi, proprio perché forti di un grande successo di critica e di pubblico, nella prossima stagione, a partire da gennaio, Rai1 aveva pensato di collocare i programmi di Alberto Angela contro C’è posta per te, nel palinsesto del sabato. Alla decisione, però, si sarebbe opposto lo stesso conduttore del programma, preferendo un’altra collocazione.

In effetti, nel gennaio 2020, quando Meraviglie - La penisola dei tesori'si è scontrato televisivamente con il gigante C’è posta per te, il risultato non è stato entusiasmante, considerando in che termini la sterminata platea di fan è rimasta fedele alla tv di Maria De Filippi. 

Alberto Angela smentisce la sospensione di ‘Ulisse’

Nella stagione andata in onda la scorsa primavera Alberto Angela ha smentito le voci sulla presunta sospensione del programma di Rai1 ‘Ulisse’, circolata con la motivazione di ascolti troppo bassi per una prima serata. I rumors erano nati dopo il terzo appuntamento della stagione in onda al mercoledì sera, quando, a due puntate alla conclusione del ciclo, la rete aveva modificato il palinsesto sostituendolo con le repliche del Commissario Montalbano. Considerati gli ascolti non proprio entusiasmanti (dopo il debutto di Ulisse dello scorso 21 aprile con il 14,96% di share, la percentuale è calata sensibilmente nelle due puntate successive, prima al 13,88% e poi al 12,87%) si era pensato fosse stata una scelta dettata dai dati, circostanza che il giornalista, autore e conduttore televisivo ha negato decisamente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberto Angela e il "diktat" su Maria De Filippi: spunta il retroscena

Today è in caricamento