Martedì, 27 Luglio 2021
guida tv

Un mese di sciopero in Rai: quali sono le richieste avanzate all'azienda e i programmi a rischio

Indetta una maxi astensione dal lavoro che si protrarrà dal 28 giugno al 28 luglio

(Logo Rai)

Un'estate caldissima quella alle porte per la programmazione Rai. Nelle ultime ore è stata indetta una maxi astensione dal lavoro che si protrarrà dal 28 giugno al 28 luglio. Uno stato di agitazione che potrebbe impattare sulla messa in onda dei nuovi programmi estivi al via proprio dalla prossima settimana.

A comunicarlo un comunicato delle Segreterie Nazionali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, UGL-FNC, SNATER, LIBERSIND-CONFSAL diffuso in queste ore in cui si specifica che "la normale programmazione televisiva potrebbe subire delle modifiche". "Facendo riferimento all’art. 2, comma 6, della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. 83/2000, comunichiamo che è stata proclamata l’astensione dalle prestazioni accessorie e straordinarie nel periodo dal 28 giugno al 28 luglio", si legge. 

Al scatenare lo stato di agitazione, definita come una "scelta obbligata e necessaria ed unica risposta possibile di fronte all’inerzia aziendale e alla sua incapacità di far fronte alle sacrosante richieste sindacali", alcune richieste avanzate all'azienda dal sindacato: "Un accordo che tuteli il lavoro in modalità Smart Working, il rilancio della Produzione TV e Radio con investimenti tecnologici, l’incremento di personale per ridurre il ricorso agli appalti, la valorizzazione delle professionalità interne. E ancora: il rilancio delle Sedi Regionali, la formazione per i diversi profili professionali, la riduzione dei costi aziendali ad iniziare dalle Locazioni dei locali esterni e per il Contezioso". 

Già ad inizio 2021 il personale di studio del CPTV di Roma e di Produzione News aveva indetto uno sciopero della durata di 28 giorni (dal 2 al 31 gennaio 2021). Questa volta, invece, lo stato di agitazione è in concomitanza al periodo di transizione verso la nomina del nuovo consiglio di amministrazione e dei nuovi vertici aziendali che seguiranno l'uscita di scena della governance guidata dall'Ad Fabrizio Salini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un mese di sciopero in Rai: quali sono le richieste avanzate all'azienda e i programmi a rischio

Today è in caricamento