Giovedì, 4 Marzo 2021
La polemica

X Factor, perché c’è il pubblico in studio nonostante le norme anti-Covid? La produzione spiega tutto sui social

Agli utenti che hanno lamentato le presenze nella platea dello show di Sky ha replicato un tweet per chiarire come le persone presenti siano state assunte appositamente

Alessandro Cattelan conduce X Factor 2020

X Factor 2020 è entrato nel vivo della gara con l’esibizione dei 12 talenti che hanno superato tutte le fasi della selezione del talent show. Alessandro Cattelan ha aperto la prima puntata dei Live di giovedì 29 ottobre 2020 salutando i giudici Emma Marrone, Hell Raton, Mika e Manuel Agnelli, ma subito i telespettatori sintonizzati su Sky hanno notato la presenza del pubblico nella Sky Wifi Arena, stridente con i tempi attuali che impongono il distanziamento sociale per arginare il contagio di coronavirus.

Tanti sono stati gli utenti che si sono riversati sui social per chiedere spiegazioni e lamentare un diverso trattamento tra programmi televisivi con platee piene da una parte e cinema e teatri vuoti dall’altra, così la produzione è intervenuta sui social per spiegare che “le persone presenti in sala sono persone assunte appositamente e come tali dispongono delle autorizzazioni necessarie”. In sostanza, si tratta di figuranti, ovvero persone pagate per presenziare allo show.

Perché c’è il pubblico nello studio di X Factor 2020?

Davanti alle numerose critiche dei telespettatori per la presenza del pubblico nella prima puntata live di X Factor, l’account ufficiale Twitter del programma ha chiarito quanto segue:

Il pubblico presente a X Factor 2020 segue tutti i protocolli previsti dalle norme: distanziamento, mascherine e tampone prima di accedere al teatro. Il numero dei presenti rientra nella capienza prevista dalle disposizioni attuali.

Dunque, tutto in regola. Ma nonostante la precisazione, sono stati in molti manifestare la loro contrarietà alla scelta in un momento delicato come quello attuale: “La prossima puntata a prescindere dalle disposizioni sarebbe un gesto di sensibilità evitare il pubblico. Mi sembra paradossale. Poi forza XFactor”, scrive qualcuno; “Non è un buon segnale. Non metto assolutamente in dubbio che rispettiate ogni norma. Ma risultate i privilegiati! Sta cosa da fastidio!” gli fa eco qualcun altro.

x factor-19

È polemica sulla platea piena del Costanzo Show. Lui replica: "Non rompete, lo facciano anche i teatri"

Nei giorni scorsi la stessa critica in merito allo studio televisivo pieno è stata rivolta a Maurizio Costanzo per il suo show. Critiche nate, anche qui, dalla distanza sociale resa necessaria dall'emergenza coronavirus. "Volete sapere come funziona? È facile: il pubblico della mia trasmissione prima di entrare fa il test sierologico, e così tutti gli ospiti. Fra una persona e l'altra c'è un plexiglass, e anche fra un ospite e l'altro c'è un plexiglass. Perché non fanno così anche nei teatri? Possono farlo tutti. Facciano così, invece che rompere e fare polemiche!", ha replicato il giornalista ad Adnkronos

È polemica sulla platea piena del Costanzo Show. Lui replica: "Non rompete, lo facciano anche i teatri"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

X Factor, perché c’è il pubblico in studio nonostante le norme anti-Covid? La produzione spiega tutto sui social

Today è in caricamento