rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Spettacoli&Tv

I segreti di Wikileaks al cinema

Assange arriva sul grande schermo con il film "Il quinto potere": ancora rivelazioni scottanti

Negli Stati Uniti è nelle sale già da oggi, in Italia uscirà il 24 ottobre, "Il quinto potere" è il film di Bill Condon che ricostruisce in forma di thriller il dietro le quinte dell'attività di Wikileaks.

La pellicola ripercorre le attività dell'organizzazione dal 2007 al 2010, dalle rivelazioni sulla corruzione in Kenya alle accuse di riciclaggio alla banca svizzera Julius Bar, dalla pubblicazione di documenti sui retroscena delle guerre in Afghanistan e Iraq fino alla diffusione dei dispacci della diplomazia americana. Il film, oltre a disegnare la figura e le origini del più famoso pirata informatico (interpretato da Benedict Cumberbatch), pone interrogativi sulla trasparenza dell'azione dei governi, sul valore dell'informazione tradizionale nell'epoca del citizen journalism, ma anche sul pericolo della diffusione di informazioni non controllate.

Il film si basa soprattutto sul libro "Inside Wikileaks", scritto da uno dei collaboratori di Assange, Daniel Domscheit-Berg, interpretato nel film da Daniel Bruhl. Berg lasciò l'organizzazione perché non era d'accordo con Assange sul pubblicare documenti senza filtri, anche a costo di mettere a rischio la vita delle proprie fonti. Assange, dall'ambasciata dell'Ecuador a Londra dove ha ottenuto asilo politico dal giugno 2012, ha fatto sapere che gli autori del film non l'hanno mai contattato e ha accusato il film di demolire la sua credibilità. In una lettera al protagonista Benedict Cumberbatch, Assange ha definito il libro di Berg "menzognero" e il film "miserabile", e ha accusato la casa di produzione Dreamworks di avere "legami forti con i poteri economici e politici degli Stati Uniti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I segreti di Wikileaks al cinema

Today è in caricamento