rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
L'allerta meteo

Dopo il caldo i temporali di grandine con feriti e danni: nuova allerta meteo

Il pericolo viene dal cielo e in particolare da temporali di estrema violenza anticipati da raffiche di vento "downburst" e chicchi di grandine grandi come palle da tennis

Grandinate disastrose dopo il caldo torrido: l'estate mostra giorno dopo giorno quanto possono essere pericolosi gli eventi meteo estremi che stanno giorno dopo giorno colpendo il nostro paese. Nel giorno dopo le super-grandinate che hanno colpito Veneto e Mantovano una nuova allerta meteo emessa dalla Protezione civile riguarda Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, provincia di Bolzano ed Emilia Romagna. Fenomeni che saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, fulmini, grandinate e forti raffiche di vento.

allerta meteo 20 21 luglio 2023

Il pericolo viene dal cielo e in particolare da temporali di estrema violenza anticipati da raffiche di vento "downburst" e chicchi di grandine grandi come palle da tennis. La conta dei danni è giornaliera: raccolti rasi al suolo, tetti di case e aziende distrutti, danni alle autovetture. Il bilancio peggiore arriva dal Veneto dove le tempeste di vento hanno devastato tetti e alberi nel Comelico e nel Cadore e la grandine ha flagellato la pianura di Treviso, Padova e Venezia. Il presidente Luca Zaia ha tracciato un primo bilancio e ha riferito di 110 feriti per il maltempo, oltre che per ferite da schegge di vetro dei lucernai e delle finestre. Non è andata meglio nel mantovano.

Le foto e i video della super-grandine che ha colpito ieri sera la provincia lombarda hanno dell'incredibile: i chicchi, spesso un agglomerato di grani ghiacciati - arrivano a dimensioni di limoni. Anche qui sono state le auto parcheggiate, i tetti e gli impianti fotovoltaici, oltre alle coltivazioni, a riportare le conseguenze maggiori.

Continua l'ondata di caldo

Se il maltempo colpisce il Nord, il centrosud vive ancora con temperature sopra i 40 gradi. Sono 19 le città con il bollino rosso che indica gravi disagi sopratutto per le persone più fragili: Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Messina, Napoli, Palermo, Perugia Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma e Viterbo.

Il rischio di una nuova Marmolada

Il gran caldo colpisce anche le vette alpine con il Collegio nazionale delle guide alpine italiane che mette in guardia i turisti d'alta quota su un possibile nuova Marmolada" ricordando la tragedia che ha colpito il ghiacciaio nel luglio 2022. "Quando lo zero termico si attesta sui 4.600-4.800 metri come in questi giorni, il rigelo notturno è praticamente assente - spiega Mario Ravello, guida alpina della Valle d'Aosta e geologo - l'acqua entra nelle fessure della roccia provocando, a lungo andare, frane e crolli".

Marmolada, il crollo del ghiacciaio (11 morti) fu "colpa" del caldo anomalo 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il caldo i temporali di grandine con feriti e danni: nuova allerta meteo

Today è in caricamento