Giovedì, 15 Aprile 2021
Italia

Meteo: la protezione civile dirama l'allerta in 9 regioni, rossa in Lombardia

Allerta rossa in Lombardia, arancione in Veneto, gialla su Umbria, Marche, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Liguria, Abruzzo e Sicilia

Le precipitazioni previste prossime 24 ore in una elaborazione di Windy.com

Una nuova giornata di allerta meteo: colpa della perturbazione di origine nord-europea che sta interessando il nostro Paese ed in particolare le regioni settentrionali, apportando tempo molto instabile, con piogge e temporali diffusi fino alla giornata di domani.

Sulla base delle previsioni meteo disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede dal primo pomeriggio di oggi, lunedì 8 giugno, il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle D’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Liguria, Lombardia e Veneto. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Maltempo, crolla anche un ponte nel Frusinate

Sulla base dei fenomeni in atto è prevista per la giornata di oggi, 8 giugno, e domani allerta rossa su alcuni settori della Lombardia. Per domani, 9 giugno, valutata allerta arancione su alcuni bacini del Veneto e su alcune zone della Lombardia e allerta gialla su Umbria, Marche, Friuli Venezia Giulia, su settori di Piemonte, Liguria, Abruzzo, Sicilia e sui restanti bacini del Veneto.

Meteo, le previsioni per la settimana

Una saccatura depressionaria estesa dal Nord Europa fino al Mediterraneo centro-occidentale sta pilotando una serie di fronti che transitano su gran parte d'Italia e danno luogo a condizioni di maltempo anche marcato, con diffuse criticità.

Gran parte del Piemonte e si ritrova da giorni sotto forti rovesci di pioggia e temporali, l'ultimo dei quali domenica nel tardo pomeriggio, violentissimo. Accompagnato da grandine ha colpito il capoluogo spostandosi verso est e mettendo in ginocchio molti comuni a sud della città dove le strade sono state ricoperte di grandine ed alcuni corsi d'acqua hanno visto i loro livelli crescere notevolmente. Nel Verbano le forti piogge degli ultimi giorni hanno innalzato il Lago Maggiore oltre il livello di pre-soglia, verso quello di guardia con un'altezza di 4,77 metri.

In Lombardia la nuova settimana comincia con qualche rovescio che bagna le aree meridionali della regione, la domenica è stata caratterizzata da diversi temporali anche di forte intensità sul Varesotto. Qui è esondato il fiume Margorabbia e tutti i ponti lungo il suo corso sono stati chiusi al traffico in via precauzionale. Criticità nel Meratese dove, a causa dell'esondazione del torrente Molgora, alcuni automobilisti sono rimasti bloccati. Frane e smottamenti hanno interessato invece le aree collinari, mentre molti tombini intasati non hanno potuto smaltire l'acqua piovana. In Veneto nubifragi e grandine hanno impegnato la regione sin dalle prime ore di domenica, provocando diversi disagi. Il fiume Muson è cresciuto notevolmente nel Padovano, mentre a Verona un nubifragio ha creato allagamenti e disagi su molte zone della città.

La perturbazione - nota 3bmeteo.com  - si è estesa anche alle regioni del Centro-Sud, dove la settimana comincia all'insegna dell'instabilità su molte regioni.Piogge e temporali interessano lunedì mattina Toscana, Umbria e Marche con fenomeni anche di forte intensità ed accumuli pluviometrici che superano già i 60mm sul Perugino. Temporali anche sul Lazio con accumuli oltre i 30mm su Viterbese e Frusinate. 

Il quadro meteorologico - prevede ilmeteo.it - rimarrà praticamente invariato da martedì 9 a giovedì 11 quando l'Italia si troverà praticamente divisa in due sul fronte meteo. Al sud cielo tendenzialmente sereno, mentre le regioni centro-settentrionali troveranno solo pochi momenti di tranquillità in quanto i cieli saranno spesso coperti da nubi minacciose pronte a scaricare forti piogge, temporali e locali grandinate. Le cose potrebbero invece cambiare da venerdì 12 quando un timido tentativo dell'alta pressione nord-africana di risalire verso l'Italia, riporterà una maggiore stabilità anche al Nordest e su molti tratti del Centro.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo: la protezione civile dirama l'allerta in 9 regioni, rossa in Lombardia

Today è in caricamento