Martedì, 9 Marzo 2021
Italia

Arriva la prima settimana d'autunno e fa subito sul serio

Allerta gialla della Protezione Civile. Da lunedì l’Italia verrà sfiorata da una perturbazione in movimento verso i Balcani che porterà un sensibile calo termico

Se la giornata di oggi. domenica 23 settembre ha decretato l’inizio dell’autunno astronomico, molti guardandosi attorno hanno potuto pensare di essere ancora in estate, ma il bel tempo e le temperature estive sono destinate a rimanere un ricordo già dalle prossime ore.

Da lunedì l’Italia verrà sfiorata da una perturbazione in movimento verso i Balcani che porterà un sensibile calo termico. Sono previsti infatti forti correnti settentrionali che faranno abbassare le temperature anche di un decina di gradi sopratutto al Nord e sul versante adriatico e nelle zone interne della penisola.

 

Tuttavia queste temperature puramente autunnali resteranno sull'Italia solo per qualche giorno: già nella seconda parte della settimana si prospetta il ritorno di aria più mite che riporterà le temperature nuovamente sopra i valori normali.

In arrivo il pugno artico: l'estate va ko 

Il Dipartimento della Protezione Civile, d'intesa con le regioni coinvolte, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L'avviso prevede, dal pomeriggio di domenica 23 settembre venti forti settentrionali con raffiche di burrasca sul Piemonte, in estensione dalla successiva notte a Lombardia, Provincia Autonoma di Trento e Veneto.

Dalle prime ore di domani si prevedono venti forti nord-orientali con raffiche di burrasca su Emilia-Romagna, Marche, Umbria e Toscana, in estensione dalla mattinata a Lazio, Abruzzo e Molise, con possibili mareggiate sulle coste esposte. Previste inoltre precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Emilia-Romagna e Marche, in estensione dalla mattinata ad Abruzzo e Molise. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento

L'allerta della protezione civile

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani, allerta gialla sulla Romagna, sulle Marche e sui settori costieri di Abruzzo e Molise. Permane inoltre l'allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell'Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo e attento monitoraggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la prima settimana d'autunno e fa subito sul serio

Today è in caricamento