Martedì, 19 Gennaio 2021

Meteo, c'è l'inverno (quello vero) dietro l'angolo: ma è solo "toccata e fuga"

Le temperature crolleranno, rispetto ai giorni precedenti, anche di 15 gradi

Torna l'inverno, quello vero. Dopo i record di caldo di lunedì 3 febbraio (addirittura 27°C a Torino e Cuneo, 26°C in Sardegna), le cose stanno per cambiare radicalmente. Nel corso del giorno infatti impetuose correnti di origine artica raggiungeranno l'Italia. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che fino a metà giornata il tempo sarà ancora piuttosto stabile con sole al Nordovest e al Centro-Sud e nebbie fitte al Nordest. Le temperature continueranno a misurare valori piuttosto anomali e localmente superiori ai 18°C al Nordovest e al Centro-Sud.

Meteo, le previsioni per i prossimi giorni

Dal pomeriggio le cose cambieranno, i venti ruoteranno da Maestrale diventando via via più forti. Temporali e locali grandinate dalla Romagna scenderanno verso Marche, Abruzzo e Molise e in serata/nottata anche al Sud.  La neve comincerà a scendere sopra i 1500 metri, ma con quote in rapida diminuzione entro sera e fin sopra i 500 metri al Centro, 900 metri al Sud.

Sul resto delle regioni il sole sarà prevalente e i venti puliranno il cielo che diverrà terso e limpido come non mai. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che mercoledì l'attacco polare sarà in piena azione, venti molto forti di Tramontana provocheranno intense mareggiate su gran parte delle coste, ma soprattutto su quelle del versante adriatico e del basso Tirreno (Isole Eolie, Sicilia, Calabria). Temporali e rovesci nevosi sopra i 3-600 metri interesseranno Abruzzo, Molise, Puglia, l'Irpinia, gli Appennini meridionali e la Sicilia Nordorientale.

Le temperature crolleranno, rispetto ai giorni precedenti, anche di 15°C. Nella giornata di giovedì tornerà l'alta pressione a rimettere pace sul fronte meteo: ultime precipitazioni sul Nordest della Sicilia, ancora vento forte di Tramontana sul basso Adriatico e sullo Ionio, ma il sole sarà prevalente su tutte le regioni.

Meteo, venti forti e freddo in arrivo

Anche secondo 3bmeteo.com tra martedì e mercoledì si avrà un netto cambio delle condizioni meteo-climatiche, con venti freddi che spazzeranno la Penisola da Nord a Sud determinando un tracollo termico, specie su Alpi, Appennini, regioni adriatiche e Sud, dove si perderanno anche oltre 8-10°C ( se non 15°C in quota)” – avverte Ferrara di 3bmeteo – “proprio sul versante adriatico e sulle regioni meridionali ci attendiamo anche dei rovesci sparsi, localmente a sfondo temporalesco e accompagnati da grandine, con neve che tornerà a cadere sin sotto i 1000m se non fino in collina tra martedì notte e mercoledì.

"Fiocchi bianchi potranno spingersi sin verso i 300-500 metri dall’Abruzzo a Molise, Basilicata, Campania interna, successivamente anche Calabria e a quote lievemente superiori sulla Sicilia. Neve che tornerà ad interessare città come Campobasso, Potenza ma anche le Murge alle alte quote ( Altamura ), fiocchi non esclusi pure a Sulmona e Matera. Nulla di fatto per il Nord Italia e centrali tirreniche con tempo secco, fatta eccezione per delle nevicate sulle Alpi di confine, con anzi freddo diurno smorzato dai venti di caduta alpini e appenninici. A proposito di vento, prestare attenzione perché soffierà anche forte dapprima da Ponente, poi Maestrale, Tramontana e Grecale con raffiche di oltre 70km/h al Centrosud e mari che diverranno agitati”.

Meteo follia: dal caldo anomalo alla neve... e ritorno

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, c'è l'inverno (quello vero) dietro l'angolo: ma è solo "toccata e fuga"

Today è in caricamento