rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Un gelido dicembre / Italia

Dopo il maltempo arriva la tempesta artica dell'Immacolata

Dicembre sarà spesso ciclonico e a tratti anche freddo, con frequenti occasioni per piogge, temporali e nevicate sui rilievi anche a quote medio-basse

Nuova ondata di maltempo sull'Italia con un dicembre che si profila come un mese caratterizzato da temperature invernali e frequenti ondate di maltempo con precipitazioni nevose anche a bassa quota. Le ultime previsioni meteo confermano l’imminente arrivo di una nuova ondata di maltempo su gran parte d'Italia: colpa l'ennesimo vortice ciclonico in formazione sul Mediterraneo centro-occidentale come spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. Le prime piogge e rovesci approcceranno i versanti occidentali della Penisola venerdì, ma sarà tra sabato e domenica che il maltempo entrerà nel vivo con precipitazioni su gran parte dello Stivale. Anche in questo frangente non mancheranno piogge talora intense, temporali e nubifragi, in particolare tra Toscana, Lazio e ancora una volta sulla Campania.

In particolare rispetto alla situazione attuale la copertura nevosa sulle Alpi si farà più estesa e abbondante. Mediamente cadrà oltre i 1100-1300 metri, ma nella fase iniziale (sabato mattina) 600-1000 metri in rialzo.

Piogge piuttosto diffuse anche al Nord con neve sulle Alpi mediamente dai 1000-1400 metri, ma anche più in basso sul Nordovest, fino a quote collinari tra basso Piemonte ed entroterra savonese. Attenzione inoltre al vento che soffierà a tratti forte di Scirocco su gran parte del Centrosud, Adriatico, con raffiche anche di oltre 70 chilometri orari su Salento, Sicilia e Sardegna; tramontana invece sul Ponente Ligure. Possibile alta marea a Venezia e Chioggia.

Le previsioni per il ponte dell'Immacolata

Altre perturbazioni sono in vista anche per la prossima settimana in particolare proprio il Ponte dell’Immacolata potrebbe vedere condizioni di maltempo su diverse aree della Penisola con anche un abbassamento delle temperature, specie al Nord dove non si escludono nevicate talora a bassa quota. In linea generale appare comunque altamente probabile che assisteremo ad un dicembre decisamente diverso rispetto a quello dello scorso anno: nel lungo termine non si intravedono infatti anticicloni duraturi sul Mediterraneo, dunque preda di ulteriori perturbazioni e vortici ciclonici.

Sull’Europa centro-settentrionale inoltre si prospettano frequenti ondate di freddo dall’Artico con neve anche in pianura. Per quanto riguarda l’Italia dunque il tempo potrebbe mantenersi instabile, a tratti perturbato, fino alle feste natalizie, con ulteriore occasione per piogge che sarebbero quanto mai preziose al Nord e in particolare al Nordovest che ricordiamo soffre ancora di un pesante deficit idrico. Saranno altresì probabili irruzioni fredde dall’Europa settentrionale o nord orientale con occasione anche per nevicate a bassa quota non solo al Nord.

siccita-6

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il maltempo arriva la tempesta artica dell'Immacolata

Today è in caricamento