rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Ciclone in arrivo

Meteo, sarà un martedì di forte maltempo: le previsioni e le allerte in tutta Italia

Temporali, forte vento e neve a bassa quota: l'arrivo del ciclone di Santa Cecilia porterà una violenta ondata di maltempo che raggiungerà il suo apice nella giornata di martedì 22 novembre: ecco cosa ci aspetta

Il ciclone di Santa Cecilia sta per arrivare sull'Italia. La giornata di domani, martedì 22 novembre, sarà caratterizzata da un'ondata di forte maltempo, con possibili criticità idrogeologiche e allagamenti, specie al Nordest e lungo il versante tirrenico". Allerta arancione in Campania e Friuli, gialla altre regioni: ecco quali sono le previsioni degli esperti.

Meteo, arriva il ciclone di Santa Cecilia

Temporali e forti raffiche di tempo interesseranno tutto lo Stivale da Nord a Sud, come sottolinea il meteorologo di 3bmeteo Edoardo Ferrara: "Confermato il passaggio di una intensa perturbazione nel corso di martedì sull’Italia, collegata ad un vortice ciclonico particolarmente profondo che dal Tirreno muoverà verso l’alto Adriatico. Il maltempo non risparmierà nessuna regione. Prime piogge in arrivo già lunedì’ sera da ovest, ma nel corso di martedì tutto lo Stivale verrà spazzato da Ovest verso Est da piogge e temporali anche di forte intensità: attenzione particolare a Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Lucania, Calabria, Sicilia tirrenica e Sardegna, dove potranno manifestarsi nubifragi di particolare intensità con picchi locali anche di oltre 100-150mm. Saranno dunque possibili locali criticità idrogeologiche, allagamenti lampo, danni e disagi": 

Burrasche di vento e neve a bassa quota

Cosa ci aspetta? La perturbazione porterà burrasche di vento, con raffiche in grado di superare i 100 chilometri orari: "Il tutto sarà accompagnato da venti anche molto forti dapprima di Scirocco e Libeccio, poi di Ponente e Maestrale, che spazzeranno gran parte della nostra Penisola - prosegue Ferrara - Sul versante tirrenico, così come sulle Isole Maggiori, sul Ligure e sull’alto Adriatico possibili raffiche anche di oltre 90-100km/h; tempeste di vento spazzeranno inoltre l’Appennino. Possibili violente mareggiate sulle coste esposte, con onde anche di oltre 6-8 metri su Tirreno, Mare e Canale di Sardegna; da segnalare la possibilità anche di marea eccezionale sulla laguna veneta, fino a 150cm a Venezia e Chioggia. Non si escludono danni, disagi e difficoltà nei collegamenti con le Isole Minori".

Oltre al vento, il passaggio del ciclone di Santa Cecilia porterà "in dote" anche le prime nevicate a bassa quota: "Arriveranno inoltre nevicate talora copiose in montagna - concludono gli esperti di 3bmeteo - sulle Alpi neve dagli 800-1200m ma a tratti anche più in basso su Dolomiti, Val d’Adige, al mattino possibile neve fino a quote di alta collina tra Langhe piemontesi, Cuneese ed entroterra savonese. Sulle Alpi orientali previste le nevicate più abbondanti: fino a 20-40cm dai 1200-1400m, anche oltre mezzo metro dai 1600m e oltre un metro dai 1800-2000m di quota. Nevicate anche sull’Appennino, dai 1300-1600m su quello centrale, a tratti anche sotto i 1000-1200m su quello tosco emiliano entro fine giornata; quota neve più elevata invece sull’Appennino meridionale".

Meteo, allerta da Nord a Sud: le previsioni

 A partire dalla mattina di domani, martedì 22 novembre, al Nord sono attesi pioggia e forti rovesci, i tra Liguria centro orientale, Lombardia. Emilia e Triveneto anche a carattere temporalesco e con nevicate in montagna dagli 800/1000m, meno intensi al Nordovest. Dal pomeriggio migliora al Nordovest, ovest Emilia e Lombardia occidentale, ancora instabile perturbato altrove con piogge e rovesci, localmente forti sul Friuli e neve dai 1000m sulle Alpi orientali. In serata residui fenomeni tra Emilia Romagna, Veneto e Friuli in esaurimento con ultime nevicate sulle Alpi orientali dai 700/900m. Il maltempo colpirà anche le zone centrali, con forte maltempo al mattino su Toscana, Umbria e Lazio con rovesci e temporali intensi e locali nubifragi, fenomeni meno intensi sull'Adriatico. Bel pomeriggio ancora molto instabile o perturbato con rovesci e temporali, anche intensi sul Lazio. Meno sull'Adriatico. Tende a migliorare sull'alta Toscana. Sud, instabile o perturbato sulla Sardegna e la Campania con forti rovesci e temporali, localmente a carattere di nubifragio. Ancora ampie aperture altrove. Dal pomeriggio peggiora anche su Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e nord Sicilia con rovesci e temporali, localmente intensi sulla Calabria e in Campania. Variabilità in Sardegna. In serata ancora instabile con rovesci e temporali, più isolati in Sardegna. 

Alta marea a Venezia

Il Centro maree del Comune di Venezia ha comunicato che è attesa per domani alle 9.40 una marea eccezionalmente alta, di ben 160 centimetri sul medio mare.
Prevista, quindi, l'attivazione delle paratoie del Mose. Le condizioni favorevoli all'acqua alta persisteranno fino a sabato. Non sono esclusi, quindi, altri azionamenti del Mose.

Allerta arancione in Campania

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di allerta meteo di livello arancione valido sull'intero territorio regionale per piogge e temporali anche di forte intensità, in vigore dalla mezzanotte fino alle 23.59 di domani martedì 22 novembre. Si prevedono precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio e temporale anche di forte intensità, venti tendenti a molto forti con raffiche da sud-sud-ovest, mare tendente a molto agitato o grosso con mareggiate lungo le coste esposte. A tale quadro meteo sono associati tutti i rischi di tipo idraulico ed idrogeologico oltre che quelli connessi al vento molto forte e alle mareggiate.

La Protezione Civile della Regione Campania richiama "i sindaci alla massima attenzione, con l'attivazione dei Centri operativi comunali e l'attuazione di tutte le norme previste dai piani di Protezione civile per la prevenzione e mitigazione dei principali scenari di evento ed effetto al suolo", e invita "le autorità competenti a valutare il rischio sul territorio di propria competenza adottando le dovute misure di messa in sicurezza del territorio e di tutela dei cittadini, sia in ordine al dissesto idraulico e idrogeologico che per i venti forti verificando la corretta tenuta del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti anche molto forti e del moto ondoso, considerando il mare grosso e le possibili mareggiate".

Allerta arancione anche in Friuli

La Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia ha diramato per tutta la giornata di martedì un'allerta meteo arancione sulla pianura e sulla costa, gialla sul resto della regione. Nelle prossime ore è infatti previsto un forte peggioramento delle condizioni meteo per l'arrivo di un ciclone che impatterà su tutta la penisola italiana. In Friuli Venezia Giulia la situazione si tradurrà con rischio nubifragi, neve a quote più basse e venti di burrasca. Le previsioni meteo per la giornata di domani indicano piogge diffuse, in genere intense o anche molto intense, con nevicate da abbondanti ad intense oltre i 1000-1200 m circa sulle Prealpi, oltre 800 m circa sulle zone alpine interne, probabilmente fino a 600 m circa in Valcanale. Sulla costa soffierà Bora forte o anche molto forte, fino a 100-120 km/h. Su tutta la costa acqua alta, con maggiore probabilità a Grado e a Lignano, dove saranno probabili anche mareggiate.

Allerta gialla in cinque regioni

Allerta gialla invece per Emilia Romagna, Basilicata, Calabria, Sardegna e Sicilia.  La Protezione civile sarda ha diramato un avviso di condizioni meteo avverse valido fino a martedì: l'Isola sarà infatti interessata da precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale sparso. I cumulati potranno essere puntualmente elevati sui settori occidentali e sulle aree montuose. La Regione raccomanda massima prudenza se ci si trova alla guida e di evitare i passaggi in sottovie e sottopassi, in quanto potrebbero allagarsi repentinamente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, sarà un martedì di forte maltempo: le previsioni e le allerte in tutta Italia

Today è in caricamento